Luna blu (di Marzo) con la strega bianca

Ciao Lux, nonostante gli intoppi telematici delle ultime settimane forse riusciamo a farci anche la nostra chiacchierata “magica” legata alla seconda luna blu di questo 2018. Prima di iniziare ti ringrazio e ti do il benvenuto nel mio salottino virtuale.

Come me scrivi un blog a tema magico, cosa ti ha spinta a voler condividere la tua religione con i profani, rischiando, come tutte noi di essere presa di mira da chi invece pensa ancora che oltre a cavalcare le scope siamo figlie del demonio?

Ciao Ilex, ce l’abbiamo fatta … io sono sempre stata “strana” sin da piccola, vedevo cose che altri non vedevano e vivendo in un piccolo paese, ho sempre cercato di nascondere ed evitare alcuni argomenti … ma la magia non la puoi nascondere, il tuo essere diverso deve venire fuori, altrimenti ti logori dentro e non stai bene con te stessa. Ho iniziato a vestirmi come piaceva a me già dal liceo (mi chiamavano Morticia) prendendomi tutte le prese in giro, ma questo mi fortificava a sempre di più. Tendo ancora a non aprirmi troppo, ma non nascondo più il mio essere pagana, chi mi ama mi accetta così, il resto non mi interessa. Una mia vicina dice che faccio le fatture ad esempio … mi faccio una risata e sorvolo. Ho deciso di chiamare il blog “il nascondiglio della strega” proprio per avere un posto mio dove sentirmi al sicuro ed essere soprattutto me stessa e poter condividere quel che so, a chi è come me

La luna di questo mese è dedicata agli ESP … come ti rapporti alla parte scientifica delle magia? Ti interessa oppure come molte coltivi in prevalenza la parte religiosa e spirituale?

Sono molto curiosa anche in questo, adoravo il film”ghostbuster”😅

Seguo alcuni di questi gruppi di ricercatori, per pura curiosità, ma non collaborerei mai con loro ad esempio, perché è tutto molto freddo, e in queste cose ci vuole molto cuore, molto amore …

137_Frammenti-di-luce

La magia si compone di innumerevoli aspetti, non sempre semplici da capire per chi si trova alle prime armi, ma di solito chi la bazzica da un po’ di tempo poi tende ad approfondire anche le tematiche più sottili, come il dream scaping o più in generale con il mondo onirico. Tu come ti rapporti a questa branca della magia? Sogni spesso? Hai mai fatto sogni “profetici” o che comunque davano una riposta ad un tuo quesito profano?

Si, sogno spesso, ragion per cui non dormo molto bene … Il primo sogno particolare di cui ho memoria è quando ho cominciato a comprare i primi libri, ero un’adolescente con molta rabbia perché avevo perso mia madre, e mi stavo interessando alla parte oscura. Una notte sognai un santo su una sedia, con tanto di coro angelico, che mi disse che in quel modo stavo stringendo un piccolo patto col demonio, ma ci avrebbe pensato lui, solo io dovevo cambiare rotta … così feci … Ora sogno spesso cose che accadono nell’immediato futuro, dalla più banale, mio figlio che dimentica la merenda, alla più seria, la morte di qualcuno …

Io ho cominciato ad apprendere di più quando ho incontrato il mio spirito guida, mi ha insegnato molte cose, quindi ciò che so non è proprio perché sono una “secchiona”. Il resto è venuto tutto da sé, premonizioni, viaggi astrali, contatto con il mio elemento(il vento) ecc …

Come ti rapporti in generale al mondo pagano attuale? Ti piace la piega che sta prendendo il movimento in questi ultimi anni oppure ci sono altri aspetti che consideri più rilevanti?

Mi piace che si stiano formando queste congreghe dove si può liberamente condividere con altri il proprio credo, ma io sono di per sé una persona molto diffidente, e per questo rimango in solitario e noto che spesso ci si avvicina a questo per curiosità o perché si pensa di risolvere ogni problema. La vera strega sa, che il suo dono è più che altro una missione, serve ad aiutare l’altro, anche solo con le parole, perché la strega riesce ad arrivare al cuore e ti comprende con la sua empatia e sa che probabilmente la sua magia poco servirebbe a semplificarsi la vita … per questo resto nel mio nascondiglio pronta, se posso, ad offrire il mio aiuto a chi sento ne ha davvero bisogno.

Grazie ancora per la chiacchierata, baci Ilex

Grazie a te … Benedizioni, Lux

 

Annunci

18. Un incidente durante il tuo percorso

Da quando ho iniziato a studiare seriamente la magia, fra tutti i suoi mille aspetti, non credo di avere mai avuto un vero e proprio incidente anche se si conta la zuccata contro l’armadio della mia camera quando ho fatto il mio primo spazio sacro perché camminavo leggendo il libro e non guardavo dove mettevo i piedi.

acchiappa sogni

Esperienze strane o spiacevoli non ne ho avute, anche perché ho sempre fatto molta attenzione a quello che facevo; piccoli errori durante i primi rituali a parte ho sempre cercato di preparami al meglio, tramite ricerche e una buona base di trance meditativa prima di invocare o di chiamare energie che ancora non mi erano note.

L’unica volta, che mi ritorni in mente almeno, in cui potenzialmente avrebbe potuto succedere qualcosa di spiacevole è stato quando una mia amica (che evidentemente aveva meno cura di fare con costanza i suoi esercizi di radicamento) mi ha proposto un esercizio con gli angeli viaggianti. Non ricordo esattamente tutto il rituale perché sono passati diversi anni da allora, ma in sostanza lei avrebbe dovuto evocare queste forze angeliche e mandarle da me e io dopo averle ricevute avrei dovuto mandarle da qualche altra parte; una sorta di catena di Sant’Antonio ma con gli Angeli!

Lei in realtà non mi ha detto esattamente a che ora intendesse fare l’invocazione, resta il fatto che io a quell’ora stavo dormendo, in sogno ho avvertito un energia che non trovavo affine alla mia per cui, sempre nel sogno, ho chiuso la finestra all’energia in arrivo e l’ho spedita al mittente così come mi era stata mandata.

Non so esattamente cosa sia andato storto con il rituale della mia amica, ma credo che se il mio sistema di allarme inconscio non fosse stato allenato probabilmente mi sarei ritrovata fra i piedi qualcosa che credo non fossero affatto forze angeliche.

17. Esperienza da strega del mare

Innanzitutto vediamo di scoprire che cosa è esattamente una strega del mare e di che tipo di magia si occupa.

Questo tipo di magia, almeno stando al folklore britannico si occupa delle maree e del tempo atmosferico inerente alla navigazione, come dire che una strega abile in questo tipo di magia ha la particolare capacità di interagire con le tempeste, calmare le acque, placare i venti marini. Ovviamente è richiesta una grandissima affinità con l’elemento acqua in tutte le sue forme: pioggia, fiumi, mari, laghi ed oceani; in caso di necessità anche la vasca da bagno o una ciotola colma di acqua salata.

Mare

Sul principio sono rimasta un attimo interdetta da questa domanda, poi dopo una rapidissima ricerca di conferma mi sono trovata a sorridere anche se sono anni che non pratico questo tipo di magia, nella quale da bambina ero un vero fenomeno.

Ho fatto anni ad uscire di casa senza ombrello pur con bufere incipienti, mia mamma mi prendeva sempre in giro ma io le rispondevo di stare tranquilla che tanto non mi sarei inzuppata come un pulcino. Io semplicemente mi concentravo sulla pioggia, mi fermavo un istante e chiedevo di avere giusto il tempo di ritornare a casa o di arrivare ad un riparo. Puntualmente arrivavo a casa, perfettamente asciutta e nell’esatto istante in cui chiudevo la porta si scatenava l’inferno.

Ma la più memorabile delle mie prodezze risale ad un pomeriggio d’estate in cui credo di avere avuto al massimo 8 anni. Faceva un caldo spaventoso e scherzando mia nonna mi ha detto “Tesoro, andresti fuori a fare la tua danza della pioggia per cortesia? (In quel periodo ero fissata con le danze dei nativi americani) io giuliva come sempre sono andata in giardino e mi sono messa a saltellare in giro con il mio bastone della pioggia cantando a squarcia gola (sono stonatissima) tempo nemmeno 10 minuti in un cielo azzurro come mai, esattamente sopra casa nostra c’era un bellissimo nuvolone nero che ha iniziato a far scendere una leggera pioggerellina…. missione compiuta!