La luna rosa

Adoro la luna di Aprile, chiamata luna rosa, luna delle uova o anche luna dei boccioli o della lepre. Primo perché essendo una luna di primavera è ideale per compire tutti quei lavori magici (rituali, incensi, talismani e piccoli incantesimi) adatti alla crescita, intesa sia in termini di crescita interiore che pratica. I colori iniziano a diventare vivaci e tipici della stagione per cui per allestire il nostro nuovo altare via libera ai gialli vivaci, ai rosa carichi, ai verdi brillanti e agli azzurri intensi e a differenza di altre lune dove quando scelgo un colore mi attengo a quello con poche variazioni in questo caso mi piace mescolarli insieme in modo che l’altre sia quanto più vivace e colorato possibile.

uova e tulipani

Scelto il colore di panno e candele è ora di passare ai quattro elementi. Se vi piace l’idea al posto del sale (che in ogni caso vi potrà servire per lo spazio sacro che vi ricordo si rinnova con la luna nuova oltre che con la luna piena) potete mettere a Nord dei piccoli ciottoli o dei cristalli colorati, un mazzetto di erbe profumate o anche una bella piantina primaverile. Gli incensi che mi piace usare per questa luna sono decisamente quelli fioriti per cui largo a: lavanda, fiori di campo, ginestra, violetta, ma anche caprifoglio, magnolia e fiore di pesco (o di ciliegia) direi che sono delle belle alternative. Andate a curiosare in un buon negozio che vende incensi di qualità oppure createne uno voi con erbe e oli essenziali lasciandovi ispirare dalla primavera stessa.

La candelina dell’altare di solito la scelgo in accordo con il panno dell’altare ma in questo caso credo la metterò a contrasto (non l’ho ancora preparato perché prima volevo finire di scrivere l’articolo), per cui ho una mezza idea di mettere un panno verde prato, delle candele gialle per il fondo dell’altare (di solito le metto oro o argento) ma per la candelina che rappresenta il fuoco pensavo ad un bel rosa carico…

Per finire il nostro giro con l’ovest, oltre alla sempre apprezzata acqua di fonte, potete usare altri liquidi, anche profumati che vi possono ispirare, come ad esempio dell’acqua di arancio, oppure della semplice acqua con qualche goccia di olio profumato; anche se penso che a questo giro metterò nella mia coppetta un infuso di menta o di camomilla.

Per quello che riguarda le decorazioni potete andare a parare in tutto quello che per voi rappresenta la crescita e lo sviluppo, che siano le uova decorate o il vostro personale vision board va bene lo stesso, pensate a quello che desiderate fare crescere con le energie di questa luna primaverile e partendo da li costruite il vostro altare per questo mese. Un buon lavoro a voi, Ilex.

 

Annunci

Altare della luna blu di Marzo

Benché una luna blu, la seconda luna piena in uno stesso mese l’abbiamo già avuta, io l’ho considerata come la luna di Febbraio nonostante la luna piena cadesse proprio l’ultimo giorno del mese di Gennaio; mentre questa, la seconda luna piena del mese di Marzo la considero la vera e propria 13 luna anche perché questo mese ne abbiamo già avuta una e il mese di Aprile avrà la sua proprio in concomitanza con la fine del mese.

Big Moon

Tradizionalmente la luna blu viene utilizzata per tutti i lavori che vanno a sviluppare l’aspetto psichico del lavoro magico, dalla trance meditativa al lavoro sui sogni e sul dreamscaping (la capacità di dirigere i sogni in modo lucido); dal lavoro di path-warking con gli animali totemici a tutti gli esercizi che in un modo o nell’altro vanno a coinvolgere i sensi spirituali: telepatia, viaggi astrali, bilocazione, psicocinesi, telecinesi e via dicendo.

In teoria i colori preposti a questa luna sarebbero il blu e tutte le sue sfumature anche se io preferisco adattare i colori (del panno, delle candele e via dicendo) adattandoli al meglio al lavoro scelto per questa particolare luna; di conseguenza se scegliessi il lavoro sugli animali probabilmente opterei per i colori della terra per quelli più mentali andrei a parare su colori più eterei.

Questo mese ho deciso di concentrare la mia attenzione sul lavoro psichico classico, trance meditativa e lavoro sui sogni, per cui ho approntato il mio altare con una stola di seta dalle sfumature indaco, candele argentate per il fondo, sale bianco per la terra, incenso in grani per l’aria, una candelina violetto per il fuoco e acqua limpida per l’elemento corrispondente.

In centro al mio altare ho posizionato dei piccoli fiorellini bianchi e delle pietre di lapislazzuli che favoriscono la visualizzazione creativa durante le meditazioni.

E voi invece? Su quale tema pensate di lavorare in modo più approfondito in questo mese e come avete pensato di allestire il vostro altare per la luna blu di Marzo?

Oister Challenge

Alla fine dello scorso anno ho inaugurato una challenge in preparazione alla festa di Yule e da settimane accarezzo l’idea di prepararne una anche per il sabbat di Ostara, l’equinozio di primavera e che per l’occasione ho “ribattezzato” (per puri motivi fonetici) con una variante del suo nome.

Le regole sono sempre le stesse, se avete un account su facebook, twitter, instagram o altri potete partecipare alla challenge, mettendo giorno per giorno una foto, un pensiero personale, un progetto o quello che vi suggerisce lo spirito e che sia in tema con la proposta del giorno, aggiungendo #oisterchallengelastregaurbana.

glicine

  1. Un colore magico che sa di primavera
  2. Un cristallo o una pietra magica da usare in questa stagione
  3. Un incantesimo con i fiori
  4. Un indumento colorato
  5. Un nuovo progetto da “piantare”
  6. Una tisana primaverile
  7. Un piatto per festeggiare
  8. L’altare di Ostara
  9. Un gioco da fare all’aperto
  10. Un archetipo divino che associate alla primavera
  11. Un profumo da usare per il bagno rituale
  12. Un fiore o una pianta magica per questa stagione
  13. Un talismano fatto con i doni di natura
  14. Un posto magico dove fare una gita
  15. Un cosa scintillante
  16. Una canzone che sa di primavera
  17. Una ricetta per le feste
  18. Un animale totemico che annuncia l’arrivo della bella stagione
  19. Una decorazione per le uova di Ostara
  20. Una bevanda “spumeggiante”
  21. Un rituale per la stagione in arrivo