Animali un po’ meno domestici

Ieri abbiamo parlato un pochino della magia di alcuni dei più comuni animali da compagnia, ma non siamo tutti uguali per cui ho pensato di andare a pescare qualche altra specie che può essere considerata domestica.

Non avendo particolare affinità con gli anfibi non mi verrebbe mai in mente di adottare una rana o un rospo, ma avendo vissuto per anni vicino ad un corso d’acqua è capitato più di una volta di ritrovarcene qualcuno nel giardino di casa. Le rane rappresentano la buona sorte e l’amicizia per cui se una ranocchia vi salta dentro casa e decide di passare a trovarsi significa che siete persone socievoli e in buona sostanza che vi trova simpatici; il rospo invece, è da secoli considerato un animale molto sensibile all’energia psichica (come dire che sente i fantasmi) ma non è consigliato nella maniera più assoluta tenerlo in casa dato che la sua pelle secerne una sostanza molto tossica.

Mai e poi mai mi troverete d’accordo con chi tiene un ragno in casa come animale da compagnia, sono aracnofobica, per cui se avete una tarantola in casa non mi invitate per il tea perché potrei scappare a gambe levate (dopo essere svenuta sullo zerbino di casa vostra). I ragni però possiedono una magia molto particolare, assicura protezione alla casa e agli affari. La loro innata abilità nel costruire le tele li rende maestri di pazienza e determinazione, per cui pur non provando affatto simpatia per loro quando capita che uno di essi passi sulla mia strada viene gentilmente accompagnato in giardino (da mia sorella, io sono sul tavolo che aspetto che il pericolo sia cessato!)

I pappagalli sono pennuti meravigliosi, soprattutto talune specie come gli Ara Giacinto o gli Ara Macao, sono molto intelligenti ed arguti e sembra possano aumentare lo spirito delle persone che vivono con loro. Non sono una grandissima esperta in materia ma una mia conoscente ne aveva adottato uno, quindi già piuttosto grande) che aveva imparato una collezione di parolacce veramente notevole e che negli anni in cui ha abitato con lei e con la sua famiglia ha fatto loro fare le peggiori figuracce della storia grazie ai suoi improperi sciorinati al momento meno opportuno (i pranzi domenicali dei suoceri e la benedizione di Natale da parte del parroco!)

Le tartarughe di terra o di acqua sono anfibi molto belli, per anni mia mamma ne ha avuta una che ogni primavera spuntava dalla tana e si spazzava le scorte di insalata nell’orto. La loro magia è legata alla longevità e alla fertilità nonché alla buona sorte e alla salute. Una tartaruga che decida di eleggere a sua dimora il vostro giardino è da considerarsi un ottimo segno di buona sorte.

Concludo spendendo due parole sui rapaci: gufi, civette, allocchi e barbagianni. Sono animali molto, molto belli per secoli considerati forieri di morte e sventura mentre sono i guardiani della saggezza e delle capacità mentali. Considero una barbarie tenerli in casa o in gabbia per cui non riesco proprio a considerarli come animali da compagnia ma quando abitavo in toscana avevo una civetta che tutte le sere mi veniva a trovare dal bosco vicino, uscivo spesso la sera per passeggiare e lei mi accompagnava nei miei giretti. Quando tornavo a casa la salutavo e le davo appuntamento alla sera dopo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...