Un benvenuto alla luna di Aprile…

Anche se in questi ultimi giorni il tempo più che primaverile sembra un ritorno d’autunno le giornate si sono sensibilmente allungate (anche grazie al cambio d’ora), l’aria si è fatta più tiepida, i fiori sbocciano ovunque e quel senso di pigro torpore tipico della stagione invernale sta lasciando il posto a nuovi entusiasmi e nuovi progetti. Ho deciso di dedicare la luna di questo mese alla casa e al giardino magico. Argomento direi sconfinato dato che si potrebbero scrivere enciclopedie sull’argomento. Parleremo di tantissime cose, alcune le ho già belle chiare nella testa mentre altre sono solo idee che per il momento aspettano di prendere una forma un pochino più concreta.

Adoro le case, più o meno magiche che siano e la primavera è sempre un buon momento per le rivoluzioni domestiche, intese come pulizie … in questa stagione più che nelle altre mi guardo intorno alla ricerca di nuovi arredi e di nuovi colori, inizio a spostare mobili per cambiare l’energia delle varie stanze e comincio ad orientarmi sui colori tipici della bella stagione ormai incipiente. Basta maglioni pesanti e giacche scure, è ora di adeguarsi al risveglio della natura e il cambio armadio è ormai alle porte. Guardo già il piumone con un leggero fastidio, non vedo l’ora di alleggerire tessuti e colori. Rendere più magica la nostra casa può essere un’ operazione molto complessa (e anche costosa) oppure molto semplice, tutto dipende da cosa abbiamo nella testa e quali sono i progetti che abbiamo per il nostro rifugio. Quando ero piccola fra le svariate professioni che mi sarebbe piaciuto intraprendere l’arredatore d’interni era in cima alla lista e non riesco mai a resistere davanti a programmi che parlano di case o ad una bella rivista d’arredamento, se aggiungiamo a tutto questo il fatto che adoro cucinare e mi piace creare oggetti potete capire che questo mese sarò piuttosto presa da ninnoli e pitture.

In una casa ci sono tante stanze e tante storie quante sono le persone che le hanno abitate nel corso del tempo, dalle vecchie magioni di famiglia tramandate da generazioni a quelle ipermoderne e tecnologiche di ultimissima generazione che sembrano quasi voler decollare per portarci a fare un giro nello spazio siderale … pur non essendo una fan sfegatata del genere fantascientifico devo dire che da brava curiosa un giretto per vedere come si vive in giro per l’universo me lo farei molto volentieri. Non importa che viviate in un castello o in una villetta, in una casa su ruote o in un attico a Central Park la casa resta sempre e comunque il nostro guscio protettivo, la prima cosa che vediamo la mattina quando ci svegliamo e l’ultima che vediamo quando andiamo a dormire, dovrebbe essere un luogo che sentiamo sicuro (anche a livello fisico), dove ci piace stare, dove passare il nostro tempo libero con le persone che amiamo di più. Amo le case che parlano delle persone che le vivono, amo gironzolare in giro e ammirare oggetti d’arredo e libri sugli scaffali. Una casa curata e piena d’amore è come una fonte perenne di energia positiva a cui poter attingere, un posto dove riposare, amare, ridere e scherzare, piangere se è il caso e sbizzarrire la nostra creatività nel modo che più ci aggrada.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...