Ringraziare e congedare lo spirito e i quarti

Con questi due ultimi articoli, quello di oggi e quello di domani arriviamo in fondo alla preparazione completa ed esaustiva del rituale di dedicazione; rimarrà in ogni caso come strumento valido per la preparazione di qualsiasi altro rituale, operativo o celebrativo che desideriate preparare in futuro.

Il momento del congedo e della chiusura è importante esattamente come quello di chiamata e di apertura, nessuno si da tanta pena per fare le cose a modino per invitare delle energie per poi spedirle a casa sua senza la stessa cura ed attenzione. Congedare i quarti e lo spirito richiede prima di tutto un minimo di buona educazione, ringraziate sempre le energie che intervengono nei vostri rituali, che gli spiriti siano contenti di aiutarci è fuori discussioni, ma questo non vuol dire spedirli fuori dalla porta senza nemmeno salutare. Quando preparate la parte dei congedi e dei saluti ricordatevi che in questo caso si procede in senso inverso; all’inizio del rituale abbiamo: aperto il cerchio magico, chiamato gli elementi in senso orario da Nord passando per est, sud ed ovest e per finire abbiamo invitato lo spirito, quindi al momento dei saluti per prima cosa ringrazieremo e congederemo lo spirito, successivamente ringrazieremo e congederemo i punti cardinali partendo da ovest, proseguendo per il sud, l’est e termineremo con il nord, solo dopo chiuderemo il cerchio (ma ce ne occuperemo domani).

In linea di massima è sempre meglio scrivere le formule di congedo mantenendo lo stesso stile della chiamata iniziale.

“Guardiani del Nord, guardiani della terra, io vi invito alla mia cerimonia di dedicazione. Portate forza e stabilità a questo cerchio e a questo rito. Entrate ed unitevi a me per festeggiare la mia rinascita.”

“Santa Madre, Divino Padre, io vi invito alla mia cerimonia di dedicazione. Portate gioia, amore e serenità a questo cerchio e a questo rito. Entrate ed unitevi a me per festeggiare la mia rinascita.”

Se queste, più o meno adattate sono state le parole che avete scelto di utilizzare per la vostra chiamata, iniziando dal centro del cerchio ringraziate così:

“Santa Madre, Divino Padre, grazie per essere intervenuti alla mia cerimonia di dedicazione e per avermi concesso i vostri doni. Proteggetemi e guidatemi in ogni giorno della mia nuova vita; io vi ringrazio, vi saluto e mi congedo da voi. Tornate in pace alla vostra dimora.”

Arriviamo ai punti cardinali, ricordatevi di iniziare da dove avete finito e non fate come me che una volta mi sono incasinata e ne ho congedati due in successione senza spostarmi lungo il cerchio! In questa occasione vi muoverete in senso antiorario e le parole che potreste utilizzare sono molto simili a quelle utilizzate per lo spirito:

“Guardiani dell’ovest, guardiani dell’acqua, grazie per essere intervenuti alla mia cerimonia di dedicazione e per avermi concesso i vostri doni. Siate miei compagni nel cammino quotidiano della mia nuova vita; io vi ringrazio, vi saluto e mi congedo da voi. Tornate in pace alla vostra dimora.”

Adattate le parole ai vari elementi e sarete arrivati quasi a destinazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...