Allestiamo l’altare per la nostra dedicazione

Con l’allestimento dell’altare per la nostra dedicazione personale cominciamo ad entrare nel vivo della cerimonia. Una volta che avete stabilito il colore (o il tema) che fa da conduttore vi serviranno:

  • Un panno o una tovaglietta per proteggere il fondo dove allestirete l’altare vero e proprio, io ho utilizzato una tovaglietta americana di cotone bianco ricamata dalla mia bisnonna (anche se per lei probabilmente era un centrino a mio avviso molto, molto grande!) Mia sorella ha preso in prestito una delle mie stole di cotone indiano (rossa) e ha utilizzato quella.
  • Due fonti di luce per illuminare il fondo dell’altare. Potete utilizzare due candele alte (per cui procuratevi anche i supporti adatti) del colore che avete scelto oppure bianche; ma potete anche usare delle piccole lanterne decorate, in commercio se ne trovano di molto belle ma potete realizzarle con le vostre mani utilizzando dei contenitori di vetro trasparente o altri materiali (mi raccomando fate attenzione alla vostra sicurezza, materiali ignifughi e lontani da oggetti che potrebbero prendere fuoco!)
  • Rappresentanti dei quattro elementi di base:
  • Una coppetta per la terra, in questo caso di solito si utilizza il comune sale bianco fine, proprio quello da cucina che utilizziamo per condire le pietanze. Potete usare anche il sale rosa o un altro sale che vi piace in modo particolare, l’importante è che sia a grana fine, vero che mentre preparate lo spazio sacro non ne dovete lanciare tonnellate a destra e a manca, ma alla fine della cerimonia tocca pur sempre a voi di pulire. Se vi piace l’idea potete mescolare il sale a erbe o spezie, in questo caso vi consiglio di utilizzare un mortaio o un macinino trita erbe in modo da avere una grana fine ed omogenea.
  • Un incenso per l’aria, in commercio esistono bastoncini e coni d’incenso praticamente di ogni forma, colore e profumazione, per cui dovreste riuscire a reperire qualcosa di vostro gusto senza eccessivi problemi. Anche in questo caso se vi piace l’idea e ne avete il tempo potete preparare una miscela casalinga mescolando resine profumate (a scelta fra: incenso, mirra, copale, olibano e ambra) con erbe e spezie profumate. Se optate per la pratica versione in bastoncino o a cono vi servirà solamente un porta incenso o un piattino resistente al calore; nel caso vogliate utilizzare una resina in grani, che sia mescolata ad altro oppure da sola vi serviranno anche un turibolo (o incensiere) e gli appositi carboncini.
  • Una candelina per il fuoco, in questo caso vi servirà solo una candela tipo tea-light con un supporto resistente al calore (un piattino da caffè va benissimo). Potete sbizzarrirvi con il colore, coordinandolo alle candele di fondo oppure optando per il bianco.
  • Un contenitore con dell’acqua fresca in rappresentanza dello stesso elemento.

N.B. vi potrebbero essere utili anche un cucchiaino per miscelare e versare le spezie sul carboncino (per non scottarvi), un accendino e una spilla da balia se volete incidere delle rune sulle vostre candele.

  • In rappresentanza dello spirito vi servirà una campanella, piuttosto che una campana tibetana o dei cimbali.
  • Dato che l’allestimento dell’altare deve essere completo prima di iniziare la cerimonia vera e propria dovete predisporre uno spazio anche per i seguenti oggetti:
  • Bacchetta o Athame per tracciare il cerchio (solo se li avete e li volete usare) moltissime streghe tracciano il cerchio con la mano, oppure potete delimitarne lo spazio con delle candele più grandi (tipo i ceri) posizionate dentro delle lanterne, oppure con del sale fino o con delle erbe ma che finita la cerimonia vi toccherà di raccattare con una ramazza.
  • Gli alimenti e le bevande predisposte per la comunione ( o piccolo banchetto). Una volta iniziato il rituale vero e proprio è meglio non fare avanti e indietro passando attraverso il cerchio magico per recuperare pezzi sparsi o dimenticati in giro. Anche se potete “aprire” una porta energetica gli andirivieni spezzano l’energia e “smontano” il cerchio stesso. Non dimenticate anche la “coppa della libagione” piattino e bicchiere per mettere una parte degli alimenti (e delle bevande) da dare alla natura come offerta di ringraziamento. Evitate se possibile di mescolare il cibo solido con le bevande, i nostri amici uccellini apprezzeranno la cortesia.
  • Ultimo ma non meno importante il monile, anello, ciondolo o collana che avete scelto come testimone del vostro giuramento e del vostro impegno. Lo potete purificare e consacrare insieme a tutto il resto prima di fare lo spazio sacro, ma per le benedizioni aspettate il momento giusto. Durante la cerimonia potete tenerlo in centro al vostro altare su un piattino o in una scatolina.
  • Per finire sul vostro altare (o sotto se avete spazio) mettete quello che pensate potrebbe servirvi, tipo una bottiglietta d’acqua se vi venisse sete piuttosto che un accendino di scorta, lo spegni candele o quello che vorreste aggiungere come abbellimento, fiori freschi, una piccola ciotola di frutta o una piantina. Lasciate libera la vostra creatività e avrete un altare con i fiocchi.

Mano a mano che preparate il materiale che vi serve, o che pensate possa servirvi, segnatelo su un blocco come se fosse la lista della spesa e mano a mano che vi siete procurate il necessario spuntatelo dalla vostra lista. Se avete progettato il rituale, o lo state progettando non proprio nell’immediato potrebbe esservi utile raccogliere tutto il materiale in una scatola o in un contenitore in modo da non dover fare una caccia al tesoro il giorno stabilito.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...