Il nome magico, come trovarlo

Quando si inizia a progettare la dedicazione, spesso molte streghe praticanti prendono in considerazione l’idea di avere un nome magico, un nome speciale, per la loro presentazione agli spiriti. Nelle congreghe americane questa è una prassi comune, non solo perché è bello avere un nome legato alla nostra pratica magica ma anche perché ci sono streghe in posti inaspettati che hanno un ruolo pubblico di rilievo. Che siano giornalisti, uomini (o donne) politicamente attivi, attori o altro non è rilevante per il nostro scopo; sono sempre dell’idea che la spiritualità sia una cosa estremamente privata e personale ma purtroppo vivendo in un contesto sociale che vive di giudizi, pregiudizi e pettegolezzi il nome magico tutela la privacy impedendo rotture di scatole sgradite. In certi casi il nome magico non deriva dalla necessità o dal desiderio di riservatezza, quanto da una certa pretenziosità che francamente trovo un pochino pomposa, ma alla fine una cosa bella della nostra religione è che se una cosa funziona per noi allora va bene.

Quando ho progettato la mia dedicazione non mi sono dovuta preoccupare del nome magico perché lo avevo già scelto tempo addietro durante una serie di trance meditative. La pianta dell’agrifoglio continuava a spuntare nella mia vita sotto molti aspetti, ma non mi piaceva l’idea di chiamarmi Lady Agrifoglio, mi suonava esageratamente formale e non mi andava, ma la pianta in sé mi è sempre piaciuta per una miriade di ragioni. E’ legata al pantheon norreno, di cui fa parte il mio guardiano; è la pianta legata alla magia elfica (e io adoro gli elfi) e in giardino ne ho avuto per anni una pianta magnifica, per finire c’è il suo significato energetico (legato ai fiori di Bach) che rappresenta l’amore incondizionato. Il nome inglese “Holly” mi piaceva quanto quello italiano, cioè poco o niente … quando un giorno facendo una ricerca ho letto “Ilex Aquifolium” ossia il nome botanico, in latino, della pianta. E’ stato un colpo di fulmine e da allora chiunque mi conosce nella mia vita magica mi chiama così.

Come avete visto trovare il nome che mi corrispondesse ha richiesto tempo e un po’ di fortuna ma alla fine ce l’ho fatta. Per trovare il vostro nome magico dovete sempre partire da voi stessi e dalle cose che vi piacciono. Io ho scelto una pianta legata alla mia linea energetica, ma animali totemici, colori, archetipi divini sono sempre ottimi punti di partenza senza dimenticare stati d’animo, elementi della natura, colori o nomi di fantasia presi ad esempio dalla letteratura fantasy. Partite da quello che vi piace e poi iniziate le vostre ricerche, ogni elemento che vi ho elencato è legato a molte corrispondenze; gli animali e gli archetipi rappresentano molte qualità che potreste voler associare al vostro nome magico. Per continuare nel vostro lavoro di ricerca tenete presente che  sono decine di alfabeti, più o meno magici, che possono venire in nostro aiuto per trovare il nostro nome, senza dimenticare le lingue straniere … greco, latino, arabo, elfico, gaelico, inglese, runico … insomma direi che avete capito l’idea. Una volta che avete individuato qualcosa che vi piace e che vi parla di voi a livello profondo dovete “solo” trovare il modo in cui vi suona meglio, tutto qui. Buona ricerca per il vostro nome magico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...