Stendere un piano spirituale

Lo so che in questa pagina si parla principalmente di pratiche magiche, ma le operazioni magiche dovrebbero, non dico sempre, essere l’ultima risorsa a nostra disposizione. Le brave streghine sanno che di base si evitano i problemi lavorando quotidianamente sulle basi, ossia devozioni quotidiane, spazi sacri e lavoro personale anche se quando ne abbiamo bisogno un bell’incantesimo ben piazzato è ideale. Non aspettate mai che le cose diventino talmente gravi da farvi venire il panico ed essere costrette a fare un operazione magica dietro l’altra per togliervi dai guai in cui probabilmente ci siamo infilati a testa bassa con le nostre stesse mani. E’ per questo che coinvolgere lo spirito nelle nostre questioni quotidiane il più possibile alla fine potrebbe essere la nostra migliore risorsa. Imparare l’abitudine di parlare con lo spirito di quelli che sono, o pensiamo che siano, i nostri problemi spesso e volentieri ci aiuta ad avere una visione più ampia della nostra situazione. Ad ogni modo quando serve, la cosa migliore da fare per pianificare un operazione magica come si deve è stendere un piano spirituale. Vediamo cosa fare punto per punto

  • Fare un esame razionale della nostra situazione o del nostro problema. Detto in soldoni significa andare a recuperare il nostro solito quaderno e mettere per iscritto nella maniera più chiara possibile la nostra problematica. Non limitatevi a scrivere di getto, una volta scritto leggete e rileggete più volte e se necessario chiarite ulteriormente il problema.
  • Cercate di capire se il vostro è un problema a breve, medio o lungo termine. Non dovete mai e ripeto mai arrivare ad avere la sensazione di sentirvi braccate dai vostri problemi. Se la situazione è grave e contingente la cosa migliore che potete fare è cercare di non perdere la testa e iniziare a lanciare incantesimi all’impazzata come gallinelle furiose. La magia tende all’equilibrio, per cui più cercate di portarlo nelle vostre vite meglio sarà per voi e per chi vi sta intorno.
  • Fate partecipare lo spirito alla vostra pratica … significa parlare allo spirito, come se fosse il nostro angelo custode di tutto quello che ci affligge. Per chiarire la vostra situazione potreste avere bisogno anche di qualche risposta concreta. Molte streghe usano i tarocchi (o un altro sistema divinatorio) per chiarirsi le idee, soprattutto se il responso non vi convince o è negativo, chiedete aiuto ad un’amica strega oppure chiedetevi se dovete imparare una qualche lezione.
  • Riflettete su tutte le attività pratiche che potete mettere in atto, da sole o insieme alla magia per ottenere i vostri scopi in maniera duratura. Se vi sentite minacciate (da una cosa, da una persona o da una situazione) e la vostra calma se ne sta andando in pezzi, oltre a meditare e a fare una lorica di protezione quotidiana, forse potreste prendere in considerazione l’idea di iscrivervi ad un corso di autodifesa personale. Migliorerete in ogni caso il tono muscolare e l’autostima diventando più consapevoli delle vostre forze anche fisiche.
  • Scegliere un operazione magica. Le operazioni magiche sono tantissime, praticamente tante quante sono le streghe che le praticano. Magia delle candele, dei cordini, petizioni magiche, magie delle erbe, dei tarocchi, incantesimi di varia natura, dai più facili ai più complessi. Trovate quello che fa per voi, scrivete accuratamente gli ingredienti che vi servono, la fase lunare più indicata, il giorno e nel caso l’ora planetaria.
  • Programmare l’operazione magica nel suo insieme. Potreste decidere di fare un rituale completo, in questo caso vi consiglio di iniziare a scriverlo almeno un paio di giorni prima in modo da non dover correre all’ultimo minuto. Scrivete le vostre formule preferite, o quelle che utilizzate abitualmente per la devozione all’altare, lo spazio sacro e il cerchio magico. Avete intenzione di chiedere aiuto ad animali totemici, angeli o archetipi divini? Nel caso fare ricerche e scrivete le formule più adatte per ognuno di loro.
  • Per finire, una volta completata la vostra operazione magica, o il vostro rituale, scrivete sul vostro diario magico quello che avete fatto, uno per tenerne una traccia a vostra memoria e in secondo luogo per tenere conto del tempo che trascorre dalla vostra operazione al risultato. Ci sono situazioni estremamente complesse che possono richiedere mesi di piccoli incantesimi e altre molto più semplici che si risolvono con una candela.

Con l’articolo di questa sera abbiamo finito la parte riguardante il piano spirituale nella sua interezza; domani vi aspetto per l’ultimo incantesimo dedicato alla luna di febbraio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...