Bianco: colore delle possibilità e dei nuovi inizi

Adoro il colore della luna di febbraio perché come i fogli di carta e le tele immacolate, il bianco è pieno di possibilità e si mescola agevolmente con qualsiasi altro colore per raggiungere al meglio i nostri scopi. Come dicevo ieri sera il bianco è il colore della luna del ghiaccio, che sia per il panno dell’altare, delle candele, degli abiti per le nostre cerimonie o dei nostri rituali, piuttosto che dei fiori da mettere sull’altare o da piantare nel nostro giardino per propiziare i nostri nuovi progetti; infatti la scorsa settimana mi sono portata a casa dei bulbi di giacinto bianco (fiori che amo particolarmente per il profumo) e che ho messo sul terrazzo di casa vicino ai bulbi di Narciso (che useremo nella prossima luna, quella di marzo, per i progetti lavorativi).

Una della cose più interessanti è che potete mescolare il colore di base con altri colori in base alle vostre necessità; se questo mese intendete rafforzare il lavoro fisico, che riguarda il corpo, potete abbinarlo al rosso o al marrone, se invece pensate al lavoro in senso stretto pensate al giallo, al verde o ad un colore che voi abbinate alle entrate economiche. Se desiderate concentrare le vostre energie sul lavoro emozionale pensate al rosa, colore del cuore, o all’arancione (colore del secondo chakra) o all’azzurro, colore dell’acqua, elemento legato alle emozioni. Se avete deciso di concentrare le vostre energie sulla mente, i colori saranno: il giallo, il blu e il verde scuro; infine se invece desiderate lavorare sulle vostre capacità magiche e spirituali optate per le tonalità del viola e l’oro e l’argento.

Laura Rangoni nel suo libro “Vivere Wicca” (edito da Xenia) ci ricorda che il bianco come il nero essendo un colore puro è contemporaneamente la summa e l’annullamento di tutti i colori della gamma cromatica. Il bianco è da sempre un colore associato alla purezza, ai novi inizi, alle nuove possibilità ma secondo me è anche un colore che si associa bene con il senso di pulizia e di freschezza, per cui di solito amo molto le case che hanno come base i toni del bianco per i mobili e poi giocare con altri colori per accessori e complementi d’arredo che quando stancano si possono tranquillamente modificare, in fondo è ben più agevole cambiare delle tende o un copriletto che dover ritinteggiare tutta casa! Spesso considerato un colore femminile, o quanto meno associato all’energia femminile è stato utilizzato per molto tempo come colore base per il corredo delle spose, senza dimenticare che in molte culture questo è il colore degli iniziati, infatti nella società celtica era il colore delle tuniche che contraddistinguevano i druidi. E’ il colore che rappresenta sia la vita che la morte per cui bianche sono le vesti utilizzare per la presentazione degli spiriti, per la cerionia di dedicazione ma anche il colore dei riti di passaggio oltre il velo (funerali). Il bianco è un colore molto intimistico che riporta all’interno dell’individuo, un colore che aiuta a sviluppare le doti di chiaroveggenza e la crescita spirituale degli individui, oltre che di bellezza interiore e di purezza di cuore e di intenzioni. Trovo che sia un colore molto potente, vestire di bianco porta moltissima energia a livello personale aiutandoci a superare i momenti di crisi o di sconforto e lo trovo molto indicato in caso di leggera fase depressiva, non ovviamente quella cronica, ma i momenti in cui non ci sentiamo proprio al meglio quando un tocco di luce chiara può fare la differenza, soprattutto nei lunghi e grigi mesi invernali.

Roberto La Paglia nel suo libro “Incantesimi di luce” (anch’esso edito da Xenia) ci consiglia alcune corrispondenze, utili non solo per il colore in senso generale ma per le candele. Secondo l’autore il giorno della settimana correlato è il lunedì, primo giorno della settimana e quindi dei nuovi inizi; Il metallo è l’argento. Amo molto mescolare le candele con le erbe o gli oli essenziali ma non fatevi fregare perché non è detto che in commercio esistano oli essenziali estratti da fiori bianchi, piuttosto utilizzate un buon olio in base a quello su cui volete lavorare. Per quanto invece riguarda le piante l ’autore consiglia di utilizzare le ninfee e le rose bianche (di ninfea non esiste l’olio essenziale), le prime rappresentano la capacità di adattarsi alle situazioni più svariate mentre le seconde simboleggiano la virtù e la purezza; direi che in generale le piante acquatiche siano sempre una buona associazione, magari potete trovare qualcosa che vi piaccia e metterla sul vostro altare di questo mese, mentre penso che abbiate già intuito che il pianeta legato al bianco sia la luna. Per finire un piccolo accenno a pietre e cristalli, l’adularia o pietra di luna mi sembra sempre un ottima associazione così come le perle; ma essendo un colore legato all’elemento dell’acqua anche le acquemarine e le pietre con tonalità azzurre possono essere validamente utilizzate non solo per la preparazione di gioielli o di talismani ma anche da mettere sul vostro altare in corrispondenza dell’elemento della terra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...