Ghiaccio e fuoco

Anche nelle migliori famiglie ci sono dei periodi di crisi, in cui non si riesce a scambiare una parola senza litigare e il minimo sguardo rischia di scatenare putiferi a non finire; al contrario ce ne possono essere altri in cui il malumore è talmente pesante da raggelare l’atmosfera nemmeno avessimo deciso di trasferire in blocco la famiglia nella casa di un orso polare. Che fare in questi casi? Io parto sempre dall’idea che parlare sia sempre la cosa migliore, ho sempre pensato che il senso di una famiglia e di una coppia sia quello di sostenersi a vicenda nei momenti difficili ma so anche che non tutti hanno il mio carattere per cui ci sono anche le persone che nei momenti di difficoltà si rinchiudono in sé stesse e smettono di comunicare. Non credo che la ragione sia necessariamente la mancanza di amore o di fiducia, spesso è solo il desiderio di non far preoccupare l’altro o la convinzione per quanto bislacca che se mi sono cacciato in un casino con le mie mani, con le mie mani me ne devo tirare fuori. Parlare, in famiglia, in una relazione (che sia di coppia o amicale non cambia) è una cosa fondamentale, ma io sono una chiacchierona per cui forse la faccio più semplice di quello che è, le persone molto riservate faticano tantissimo ad aprirsi specialmente se in passato hanno avuto delle brutte esperienze e aprendosi per chiedere aiuto e consiglio si sono ritrovati allontanati, rifiutati o peggio derisi. Sia come sia, non è mai facile ritrovarsi in una situazione di questo genere, perché da una parte c’è sicuramente una persona che soffre per un problema e dall’altra qualcuno che soffre perché si sente inutile. In questi casi possiamo fare ricorso alla magia del ghiaccio e a quella del fuoco.

Come si fa a decidere a chi chiedere aiuto? Semplice come bere un bicchier d’acqua … quando la tensione rischia di farci saltare per aria è il caso di chiedere aiuto ai poteri del ghiaccio per “raffreddare” gli animi eccessivamente riscaldati e al contrario quando la situazione somiglia ad una ghiaccia chiediamo aiuto al fuoco per portare le cose nascoste alla nostra attenzione. Se volete mettere al fresco una situazione decisamente troppo incandescnete, prendetevi un po’ di tempo per calmare l’eventuale rabbia, prendete un foglio di carta e scrivete nel dettaglio la situazione a cui volete dare una calmata in modo da avere la lucidità necessaria per poterla affrontare in maniera lucida; prendete il foglio di carta mettetelo in un comune sacchetto per congelare gli alimenti e mettetelo nel vostro congelatore. Non dovete lasciare il vostro foglio in stasi permanente onde evitarne le conseguenze, ma per il tempo che vi serve per far calmare le acque e trovare una soluzione ragionevole. Se pensate di non farcela da soli, chiedete aiuto, non necessariamente ad una strega; magari vi serve solamente una persona con la quale confidarvi e che via dia una dritta per vedere la vostra situazione da un altro punto di vista.

Arriviamo alla situazione contraria, ossia quando invece ci sembra di stare in un pantano in mezzo alle sabbie mobili e non sappiamo che cosa diavolo fare, specialmente se la nostra confusione deriva dalla scarsa comunicazione di altre persone; per darle fuoco quello che potete fare (oltre ad essere sicure di avere il diritto di scoprire quello che pensate sia il problema) è di prendere un foglio di carta, scrivere il vostro problema, ripiegare il foglio e mettetelo per pochi secondi nel forno a microonde, fate attenzione, i secondi devono essere veramente pochi (al massimo 5). Dopodiché prendete il vostro foglio di carta e mettetelo in una scatola con del peperoncino per dare una sorta di “pizzicata” energetica alla vostra situzione. Nel momento in cui la vostra situazione si sblocca, ringraziate gli spiriti e bruciate il foglio, in sicurezza mi raccomando… ricordatevi sempre che dovete avere la certezza, per quanto possibilie di essere nel giusto con le vostre pretese, piuttosto per andare sul sicuro fate un giro di carte perlustrativo e che in ogni caso non è detto che le cose vadano come desiderate voi; per quanto possa sembrare ed essere oggettivamete spiacevole quando decidiamo di intervenire in questioni in cui non siamo le sole persone coinvolte possiamo correre il rischio di prendere una cantonata colossale o di vederci esplodere in faccia una situazione che non avremmo voluto vedere. La magia non è mai facile, decidere se e quando fare un incantesimo dipende da moltissimi fattori, uno dei quali è sicuramente quello di prendersi le responsabilità delle proprie scelte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...