La protezione della casa

Non sempre è facile e scontato trovare ogni giorno nuovi argomenti che riguardano la magia che siano collegati al tema del mese, soprattutto quando si passa un intero pomeriggio a spulciare libri in cerca di un idea interessante (trovandone anche troppe), nel tentativo di tirar fuori qualcosa di sensato. Sono già un po’ di giorni che penso e ripenso alla protezione della casa, nel senso fisico dell’abitazione e non solo di quello energetico; fra piante, pietre, colori, preghiere e incantesimi ho trovato tanti di quegli spunti che non riesco più a raccapezzarmi. Come sempre quando si tratta di casa e di magia io parto dal buonsenso, ossia prima mi occupo della parte pratica e contemporaneamente di quella energetica; nel senso che non trovo molto furbo lanciare un incantesimo di protezione per poi andare a dormire con la porta di casa aperta, va bene la magia e mantenere alto il tono energetico ma dato che siamo tutti provvisti di buon senso direi di usarlo. Ho scoperto che la lobelia, graziosa pianta ornamentale dai fiori blu, tiene lontani i curiosi dai nostri giardini oltre che i pettegolezzi; immagino che un carattere cordiale con i vicini possa in qualche modo influire sul loro modo di approcciarsi a noi, se una persona è amabile, realmente amabile e non per posa, difficilmente si trova alle calcagna orde di impiccioni e di malelingue, ma si sa spesso anche le migliori intenzioni non sono sufficienti per cui se siete certi di non avere ragioni per temere i pettegolezzi ma vivete in una zona affollata di impiccioni e lo spazio ve lo consente piantate una bella bordura di lobelia e mandate a quel tal paese le persone che vi parlano alle spalle.

In un libro di Silver Ravenwolf intitolato “Incantesimi per la fortuna” (pubblicato da Armenia) ho trovato una quantità incredibile di suggerimenti che vanno dal mettere due metà di cipolla sotto una finestra (da cambiare quando la cipolla germoglia) per assorbire le negatività al mettere sacchettini di stoffa contenti sale grosso e foglie di basilico essiccato (con lo stesso scopo) in giro per gli angoli della casa; piantare una pianta di lauro nella proprietà per assicurare l’abbondanza alla famiglia; creare una lorica di protezione contro ladri e malfattori per proteggere il nostro ambiente domestico sia quando siamo a casa che quando siamo assenti. Una volta ho letto di un incantesimo di protezione che prevedeva di lasciare di guardia niente meno che il Dio Anubi, che oltre ad avere altro da fare io immagino, dubito fortemente che sia interessato a controllare la mia casa per tutto il tempo che io sono in vacanza, anche se francamente non gliel’ho mai chiesto…era scritto su un libro dedicato alla magia egizia, nulla vi vieta di provare a chiedere il suo aiuto se siete in confidenza con la magia egizia e soprattutto con la divinità in questione. Tutto questo discorso per dirvi in sostanza che: i libri sono fantastici, alcune idee assolutamente geniali ma poi nella pratica devono essere possibili, mettere una bordura di piantine è piuttosto semplice e poco costoso, mantenere il contatto energetico con una divinità antica come quella egizia per tutto il tempo delle vacanze potrebbe lasciarvi spossati e con più bisogno di riposo di quando siete partiti; usate la fantasia per proteggere le vostre proprietà e le vostre capacità magiche vi saranno sicuramente di aiuto ma per favore prima di tutto usate la testa per proteggervi anche sul piano materiale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...