Decreti della Wicca, n°10

“L’unica nostra critica nei confronti del Cristianesimo, o di qualunque altra religione o filosofia di vita, è rivolta all’affermazione di queste istituzioni di essere “l’unica verità e l’unica via”; al loro disconoscimento della libertà altrui e al tentativo di reprimere le altre pratiche religiose e le altre fedi”.

Questo è decisamente un decreto di quelli spinosi, la classica patata bollente passata di mano in mano, fino a quando finisce al malcapitato ultimo della fila che non se ne può disfare in alcun modo. L’esimia Signora Ravenwolf ha espresso in modo molto garbato quello che in realtà è un vero e proprio punto di contrasto, non solo per chi professa una qualunque religione in maniera convinta, ma anche le streghe che si annettono alla nostra religione per sfuggire a quelle che ritengono le imposizioni della chiesa cattolica, quanto meno nel nostro paese. Vorrei evitare di inoltrarmi da sola in un ginepraio dal quale potrei non essere poi capace di uscire, ma il problema dell’intolleranza, della discriminazione e del pregiudizio non è appannaggio esclusivo di una confessione, filosofia di vita o dogma di fede. A livello storico le guerre che si sono mosse e che tutt’ora si muovono per questioni religiose sono tristemente note a chiunque e non intendo offendere o insultare persone, famiglie, popolazioni che si sono ritrovate da una parte o dall’altra della trincea entrambe convinte di essere nel giusto.

Il mio insegnante di religione delle superiori, uomo straordinario e di grande apertura mentale, NO! Non era laico, alla prima lezione ha sconvolto la classe di una scuola di stampo religioso, che la religione e la spiritualità dell’uomo non sono necessariamente la stessa cosa…con  una battuta d’ingresso simile non poteva che conquistarsi la stima della sua giovane assemblea; infatti nei successivi tre anni si è premurato di farci capire la fondamentale differenza che esiste fra una cosa e l’altra, lo adoravo!

La storia stessa della stregoneria, soprattutto in Europa, è un tasto ancora dolente, non serve leggere il “Malleus Maleficarum” per sapere com’è andata; ma al di là delle differenze o delle somiglianze che ci possono essere fra una confessione religiosa e un’altra nemmeno, le streghe o sedicenti tali, sono esentate da attacchi di questo genere, convinte che la loro strada sia migliore di tutte le altre. Io per parte mia sono sempre stata convinta che se la strada che abbiamo scelto ci aiuta a migliorare noi stessi e a progredire nel cammino spirituale nel massimo rispetto della vita sia la strada giusta per noi e non mi interessa se questa strada è verde, rosa o giallo canarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...