I compagni del destino

Ieri sera ho parlato della stirpe stellare come particolare lettura di carte e dicevo che in questi giorni mi è capitato di farne una, in realtà era una lettura congiunta che coinvolgeva me e altre due persone alle quali non potrei in realtà sentirmi più legata nemmeno se lo volessi. Sono un uomo e una donna ma non vi scapicollate a fantasticare su un triangolo amoroso perché non è questa la situazione! Ho fatto prima quella di lui, poi quella della mia amica e per finire la mia…sono uscite le stesse carte, anche se non nello stesso ordine e le probabilità che questo succeda pescando tre carte a caso in un mazzo di 20 non sono poi molte. Quando ho visto le carte ho tirato un vero e proprio improperio che se fosse uscito altro sarei stata enormemente più sollevata. Una era appunto la carta dei compagni del destino, che ogni volta che mi esce in una lettura mi fa venire un brivido perché di solito significa solo una cosa, guai! Guai grossi come una casa di tre piani. Molti pensano spesso erroneamente che i compagni del destino siano le anime gemelle e spesso lo sono ma intendono questa affermazione con un accezione romantica ma vi posso assicurare che non è detto e che le delusioni in proposito sono state parecchie e cocenti. Sono persone che in molti aspetti possono somigliarci o esserci complementari in alcuni o in molti modi ma che spesso entrano nelle nostre vite per aiutarci in un momento particolarmente significativo della nostra crescita personale e ci aiutano a effettuare il passaggio e a terminare il percorso. Poi possono restare o andare anche se il legame è talmente profondo da generare spesso una relazione di amore e odio. Sono persone che ci sentono, intimamente, profondamente, che avvertono i nostri sbalzi umorali e emotivi anche prima di noi e ci mettono davanti alle sfide peggiori, quelle necessarie per abbattere i muri dei nostri stessi limiti facendolo nel modo che ovviamente detestiamo maggiormente. Lo possono fare con la grazia e la dolcezza di una piuma ma con la determinazione dell’acciaio, non ascoltano le nostre lamentele, non accettano le nostre scuse non perdono di vista l’obiettivo principale neanche a pregarli oro quanto pesano. Nel corso della vita possono essere tanti o pochi, dipende da noi e da quanto accettiamo la sfida che mano a mano che progrediamo diventa sempre più difficile…più resistenza facciamo al cambiamento e ovviamente più tempo ci vuole potremmo fare finta di niente e ritrovare sul nostro cammino un nuovo compagno con le stesse caratteristiche del precedente che se chiediamo all’universo di darci una mano a superare gli ostacoli lui puntualmente lo fa dandoci esattamente quanto richiesto anche se spesso gli ostacoli sono tutti interni e più sono profondi più scatenano le nostre paure in un perpetuo gioco di specchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...