Un inchino alla luna immacolata

Questa che splende sulle nostre teste in questi giorni è l’ultima luna dell’inverno, la prossima sarà in concomitanza con l’equinozio di primavera e avrà energie totalmente differenti, per cui sono ben decisa a godermi l’ultima luna di riposo prima di uscire dal mio letargo invernale. Essendo una luna di neve, il suo colore rimane il bianco, quello avvolgente dei caldi maglioni d’angora e del latte caldo che per questa luna si usa offrire al piccolo banchetto insieme ai biscotti al cioccolato. E’ una luna semplice così come lo è la sua preparazione, qualche fiore bianco per l’altare e giusto una coppetta di sale, qualche grano di mirra e foglia di salvia per fumigare, una candela bianca e dell’acqua benedetta per consacrare il vostro spazio sacro. Poi se volete aprite il cerchio e mettetevi in contemplazione della luna con una musica che sia di vostro gradimento, io nonostante il freddo credo che mi avvolgerò in una coperta e mi farò un giretto all’ aperto per poterla vedere in tutto il suo splendore.

Buona luna a tutti.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...