La nascita degli incantesimi

Ovviamente non parlo della storia degli incantesimi a livello storico o mondiale ma molto più prosaicamente di quelli che preparo per la mia amica Cristina, che ha un negozio, da ormai 8 anni. L’idea in realtà è stata sua, eravamo a metà settembre e passando a farle un saluto le dissi quanto io fossi sconcertata di vedere fantasmini e zucchette di Halloween aspettando quasi il prossimo albero di Natale per ferragosto, dopo qualche convenevole lei ad un certo punto mi guarda seria e mi chiede se essendo io una strega praticante potessi inventarmi in qualche modo degli “incantesimi” che potessero essere in qualche modo commerciabili. Ovviamente non potevo tenere in considerazione niente di canonico dato che non mi era dato sapere le conoscenze tecniche dei potenziali acquirenti di conseguenza mi dovetti mettere d’impegno per ingegnare qualcosa che fosse carino, credibile e di facile esecuzione per chiunque…  Arrivata a casa mi ricordo di aver spulciato tutti i miei libri di magia a caccia di un idea che fosse abbastanza intelligente da poter essere utilizzata  quando cercando di libro in libro mi venne l’idea di fondere insieme le tecniche della visualizzazione e della scrittura creativa con la costruzione di un affermazione positiva (che poi folclore a parte) sono il vero motore della magia dato che l’energia segue il pensiero. La domanda era anche su cosa potermi concentrare quando pensai alle letture delle carte, le cose che mi chiedono SEMPRE sono: amore, lavoro, salute, i tre pilastri della ragione di essere di ogni persona che deambula sulla terra così mi sono messa all’opera cercando nei libri di erbe magiche le corrispondenze più adatte in modo da trovare delle erbe, di facile reperimento, che non fossero tossiche e che avessero un buon profumo (o sapore). Il nostro era un tentativo di vedere se poteva essere un’idea convincente, sfruttando la mia conoscenza della materia e un sacco enorme di sacchetti da bomboniera ricevuti in dono da una sua amica che aveva chiuso il negozio, l’idea era di usare un investimento minimo per entrambe con la consapevolezza che se fosse andata male non saremmo andate in rovina…

Da allora sono passati otto anni, gli incantesimi da tre sono diventati quasi una ventina, fra quelli di base, quelli stagionali e le varianti per le occasioni speciali, quest’anno mi sono messa in mente di crearne una serie dedicata ai quattro elementi di base, mentre mi sto già preparando quelli delle lune per il prossimo anno; ogni tanto mi viene un idea per un incantesimo nuovo, la scrivo e la lascio sedimentare fino a quando non prende una forma più definita, quanto meno nella mia testa. Ora conoscete la storia degli incantesimi, quanto meno dei miei, e alla domanda puntuale che ci fanno in negozio se funzionano la mia amica risponde sempre “Sono incantati”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...