…a proposito del Natale

Adoro il periodo natalizio, mi piace fare l’albero di Natale, il presepe e i biscotti allo zenzero per non parlare dei regali! In modo particolare amo i presepi, fin da quando ero piccola e andando in giro in auto con i miei genitori avevo visioni dei paesini intorno a casa, sul calare della sera, quando le luci sono tutte accese, io pensavo che fossero tutti dei piccoli presepi…può sembrare insolito essendo io una strega, ma sono nata e cresciuta in italia e a casa mia il presepe non è mai mancato, nonostante i tentativi del gatto di mangiarsi le pecore! Mi piacciono talmente tanto che mi sono letta un intero libro che spiega per filo e per segno tutti i significati delle varie statuine e la loro simbologia. Anni fa, facendo visita ad un santuario con un presepe permanente il fidanzato dell’epoca mi propose di andarlo a vedere…per poi fermarsi di botto e chiedermi se la cosa mi mettesse a disagio dato che pratico un altra religione! Il punto secondo me sta proprio qui, le origini dell’Europa sono ovviamente pagane e i pagani, si sa hanno pletore di divinità nel loro pantheon, per cui quando ci fu l’introduzione di questo nuovo Dio non parve loro tanto strano; un bambino nato da una vergine nei giorni del solstizio d’inverno esattamente come ogni altra divinità solare non creava davvero nessun problema; io nel presepe vedo esattamente questo, la rappresentazione della nascita dello stesso fanciullo presente in ogni tradizione e il ciclo della rinascita che si ripresenta ogni anno; spesso mi sono sentita dire che allora non sono una vera strega, ma questa credo sia una questione esclusiva tra me i miei guardiani e se non si lamentano loro non riesco a capire la necessità degli altri di appiccicarmi addosso un etichetta neanche fossi una latta d’olio…sapessero che non mi perdo una messa della Vigilia per i canti!

La mia passione per i presepi mi porta a girare per le mostre a loro dedicate, ad averne fatto uno in origami (hei, io non ho MAI detto di non essere matta), di collezionare statuine e di sognare il giorno in cui avrò abbastanza spazio per farne uno gigante…per ora mi accontento di quello mini! Non mi perdo le rappresentazioni del presepe vivente, lo scorso anno siamo andati in montagna per vederne uno, faceva un freddo cane, ma al secondo vin brulè chi lo sentiva più il freddo? Vi lascio un ultimo aneddoto per farvi capire quanto io ami i presepi, tempo fa sono andata a fare un percorso Hammam con due amiche e nella stanza del bagno turco, proprio sul soffitto c’erano tutte le lucette colorate (per la cromoterapia) e io bella fresca come una rosa esclamo “Che bello, sembra di stare nel presepe” quella scema della mia amica salta su dalla panca e strilla “Sì e io sto col bue e l’asino!” Ho iniziato a ridere talmente tanto che ho aspirato una zaffata di vapore bollente e per poco mi soffoco da sola…tutto per un presepe, oltre a essermi beccata dell’asino!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...