Tecniche per armonizzare il quarto chakra

Anahata, il quarto chakra fa da bilanciere fra i tre chakra personali e i tre universali, per cui il suo corretto funzionamento è indispensabile per mantenere in salute anche gli altri; a differenza di quelli precedenti dal quarto in poi l’alimentazione inizia a perdere importanza per favorire altre tecniche, in ogni caso i suoi alimenti prediletti sono le verdure, possibilmente di stagione assunte, cotte o crude a seconda della preferenza e cucinate in ogni modo possibile (non che questa debba necessariamente diventare una scusa per abbuffarsi di patatine fritte, non ridete io ci ho provato a lanciarla come idea!…ma mi hanno guardata malissimo!)

Vediamo invece quali pietre invece sono ideali per equilibrare questo centro, come per i due chakra precedenti e per i tre successivi una pietra scelta tra quelle a disposizione è sufficiente, considerando anche il fatto che data la posizione è possibile utilizzare le collane con gabbietta e indossare la pietra scelta durante la giornata e non necessariamente in meditazione. Amazzonite, sul quarto chakra l’ideale è abbinarla alla Kunzite in quanto insieme portano equilibrio tra le energie yin e yang del cuore; Avventurina verde, una delle pietre più utilizzate per il quarto chakra in quanto stimola la serenità con sé stessi e gli altri sviluppando sentimenti di amicizia e solidarietà; Calcite bianca (per tutti i chakra) o verde, aiuta a riconoscere gli schemi affettivi che tendiamo a ripetere nella vita amorosa; Crisocolla, questa pietra favorisce il superamento dei sensi di colpa e i traumi affettivi, riduce l’ansia e aiuta a superare l’intolleranza nei confronti degli altri; Eliotropio, caso in cui è meglio utilizzare due differenti pietre una posizionata sul quarto chakra, l’altra sul primo dato che aiuta ad equilibrare le pulsioni sessuali con quelle affettive; Kunzite, come già detto è preferibile utilizzarla insieme all’amazzonite, ma usata da sola si rivela utile nel superare le depressioni causate da perdite affettive; Lepidolite, posizionata sul chakra del cuore, rasserena l’animo e la mente favorendo un sonno sereno; Malachite, una delle pietre migliori per il quarto chakra, promuove l’amore per la natura in particolare per le piante; Peridoto, indicata quando si vivano forti sensi di colpa in campo affettivo; Quarzo ialino, eccellente pietra per trattare tutti i chakra indistintamente; Quarzo rosa, il re dei cristalli di Anahata, agisce su tutte le disarmonie di questo chakra e aiuta nella guarigione del “mal d’amore”; Rodocrosite, elimina l’indecisione e la freddezza dei sentimenti nei rapporti di coppia, pietra ideale per chi tende a farsi dominare eccessivamente a livello sentimentale; Rodonite, utilissima per far riemergere situazioni irrisolte a livello del chakra del cuore e sepolte nell’inconscio; Smeraldo, chiamato anche pietra “dell’amor cortese” sollecita sentimenti di cortesia, nobiltà d’animo, lealtà, educazione, rispetto e dolcezza oltre a stimolare un sano amore per sé stessi.

Gli oli essenziali per il quarto chakra sono tra i miei preferiti, ne bastano poche gocce (alcuni di loro hanno prezzi molto elevati) mescolati ad un pochino di crema e frizionati nella zona del cuore per avvertire un immediato senso di sollievo e di apertura. Bergamotto, incoraggia la fiducia in sé stessi e porta calma e serenità; Cipresso, indicato in caso di depressione per le delusioni d’amore e utile per spezzare i legami di un amore finito; Lavanda, ideale per alleviare le pene d’amore e per armonizzare il chakra del cuore; Maggiorana, ha un effetto calmante sulle persone che hanno la tendenza ad “amare troppo”; Mirto, olio indicato per sviluppare il senso della bellezza sia interiore che esteriore; Neroli, uno degli oli principali di questo vortice, lenisce le ferite emotive e riporta la pace nei cuori infranti riportando la dolcezza nel cuore e nella vita; Rosa, regina indiscussa tra gli oli di questo chakra, porta equilibrio dopo grandi dolori affettivi, traumi passati, risveglia gli aspetti femminili del chakra legati all’accoglienza e all’accettazione della propria femminilità e dell’amore incondizionato per sé stessi.

Tutte le informazioni sono state reperite sul libro “Chakra” di Fabio Nocentini, anche in questo caso tutto quello che riguarda i fiori di Bach verrà trattato in un secondo momento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...