Tecniche per armonizzare il terzo chakra

Continuiamo la scalata dei chakra e vediamo in quale modo possiamo armonizzare il terzo, Manipura, che essendo un chakra terrestre è ancora considerato personale e legato al fisico; il suo compito principale è quello di produrre l’energia per sostenere l’attività fisica del nostro corpo, azione che compie trasformando il cibo in generale anche se i suoi alimenti caratteristici sono i carboidrati complessi, pasta, riso, patate, pane ecc. ecc…

Anche per lavorare con Manipura servirà un solo cristallo scelto tra quelli proposti, basta appoggiarlo in corrispondenza del vortice da trattare, in questo caso qualche cm. sotto lo sterno in corrispondenza della bocca dello stomaco per una ventina di minuti al giorno; Ambra, è indicata per i soggetti freddi che hanno bisogno di riattivare il fuoco interiore; Labradorite gialla, distensiva delle tensioni nevralgiche; Malachite, posizionata su questo vertice aiuta a far emergere le emozioni represse connesse al chakra (rabbia); Occhio di tigre, potenzia la forza di volontà, apporta coraggio e determinazione, aumenta l’autostima e la fiducia in sé stessi; Pietra di sole, utile come antidepressivo, viene impiegata per favorire un maggiore apporto di energia yang, regala ottimismo e solarità; Pirite, aiuta le persone che hanno difficoltà legate al denaro (eccessiva prodigalità/avarizia), portatrice di calore aiuta a riscaldare le persone eccessivamente fredde; Quarzo ametrino, porta equilibrio negli opposti del terzo chakra (dinamismo/pazienza, attività mentale/ricerca spirituale, socievolezza/silenzio); Quarzo citrino, ottimo antidepressivo, aiuta a sviluppare un maggior senso di responsabilità e aiuta a sviluppare la tolleranza; Quarzo ialino, ottimo amplificatore energetico, riequilibra ogni vortice; Quarzo rutilato, dona speranza alle persone che devono affrontare lunghe pratiche terapeutiche e a non farsi condizionare dalle opinioni altrui.

Come per gli altri chakra visti fin’ora anche in questo caso quando si tratta di oli essenziali valgono le stesse regole, evitate di utilizzarli puri a contatto della pelle (alcuni sono tossici, altri ustionanti) diluiteli sempre in olio vettore o crema corpo, oppure mettetene un paio di gocce su un dischetto di cotone da posizionare sul chakra (attraverso i vestiti), in alternativa brucateli nell’apposito fornelletto da aromaterapia; Basilico, ottimo digestivo e tonico nervoso; Bergamotto, antidepressivo, favorisce il sonno e risveglia la vitalità; Chiodi di garofano, antidepressivo; Bacca di ginepro, aumenta la determinazione; Lavanda, antidepressivo, ottimo purificante delle energie negative; Limone, combatte la stanchezza, l’apatia e allevia lo stress; Menta piperita, porta equilibrio alle persone che si sentono insicure ma la mascherano dietro l’orgoglio e la presunzione; Pompelmo, riporta il buonumore, ottimo digestivo, eccellente antidepressivo; Vetivert, protegge l’aura delle persone troppo sensibili che somatizzano a livello digestivo le energie esterne che non riescono a smaltire; Zenzero, eccellente riscaldante, ottimo digestivo e antidepressivo.

Come per gli altri vortici i fiori di Bach verranno trattati in un secondo momento.

Tutte le informazioni inerenti oli essenziali e cristalli sono tratte dal libro “Chakra” di Fabio Nocentini.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...