Tecniche per armonizzare il primo chakra

Giornata dedicata a Muladhara e alle tecniche per rimetterlo in sesto…il primo chakra è un centro molto fisico, non è tipo da grandi meditazioni, ovviamente può essere sia scarso che eccessivo ma in ogni caso è il centro che governa la nostra vita pratica e non so voi ma io ho l’abitudine di mangiare tutti i giorni (anche più volte al giorno) ed è un centro che a differenza di altri necessita di cure quotidiane, l’alimentazione è sicuramente la base del nostro sostentamento fisico e benché ognuno di noi abbia le sue preferenze in caso di fame quello che davvero sostiene il primo chakra sono le proteine di origine animale e vegetale, quindi carne, pesce, uova, latticini e legumi assunti nella maniera e nella forma a noi più gradita, se avete fatto scelte alimentari che escludono alimenti di origine animale abbiate l’accortezza di trovare i modi a voi maggiormente confacenti per avere un buon apporto di proteine vegetali.

La cristalloterapia interessa sicuramente molte persone e per poter essere di valido supporto nei trattamenti riservati a Muladhara avrete bisogno di una coppia di pietre appartenenti alla stessa specie da posizionare in corrispondenza degli inguini per una ventina di minuti al giorno o tenuti uno in ciascuna mano durante i vostri esercizi di radicamento del mattino (evitateli alla sera se vi è possibile se non volete stare svegli tutta notte come dei grilli) potete scegliere la vostra coppia seguendo le caratteristiche di ogni pietra e trovando quella più adatta al vostro problema: Corniola, rafforza la volontà e rende più realisti; Diaspro rosso, aumenta il rendimento muscolare e infonde resistenza fisica oltre a chiarire le idee sulla strada che si intende percorrere nella vita; Eliotropio, è un cristallo da radicamento armonizza l’eccessiva aggressività del primo chakra equilibrandola con l’affettività del quarto; Ematite, rafforza la fiducia in se stessi e aiuta a superare lo stress, ottima per il radicamento; Granato, mantiene vivo il rapporto affettivo e la passione nelle coppie che vivono lontane, utile per favorire il concepimento; Occhio di falco, incoraggia la visione degli aspetti della personalità che possono portare ad un conflitto interno; Ossidiana “fiocco di neve”, aiuta chi vive con la testa tra le nuvole ad avere un maggiore contatto con la realtà e ad assumersi le proprie responsabilità; Quarzo fumé, spinge la personalità a mettere i piedi per terra e promuove l’accettazione della fisicità e della materia, agisce anche come equilibratore dell’energia sessuale; Rodonite, stimola il rispetto e l’apprezzamento di sé instillando fiducia nelle proprie capacità; Rubino, conferisce forza e dinamismo; Tormalina nera, è una pietra di protezione capace di assorbire e scaricare a terra le vibrazioni negative prima che vengano assorbite dall’aura; la Calcite bianca e la Fluorite incolore fungono da equilibratori per tutti i chakra.

Gli oli essenziali più utili per armonizzare il primo chakra sono: Canfora, utile per armonizzare ed amplificare l’energia dell’organismo, stimolando a mettere in pratica le idee creative; Cannella foglie, possiede un energia riscaldante sconfigge la solitudine e stimola il desiderio sessuale, agisce come antifreddo e promuove la volitività pur riuscendo a mitigare l’eccessiva aggressività; Legno di cedro, essenza di radicamento, rende più perseveranti e aiuta coloro che si sentono indecisi rispetto alle proprie mete; Legno di Rosa, rasserena le persone troppo nervose che rifuggono la vita materiale; Mirra, porta equilibrio tra i piani fisici e spiritali dell’essere; Patchouli, induce a vivere in maniera più libera e meno incurante degli ordini della società e aiuta ad accettare il corpo fisico; Rosmarino, lavora sulla consapevolezza del sé e del proprio corpo nella sfera sessuale; Legno di Sandalo, è uno degli oli più utilizzati per le problematiche sessuali; Vetivert, olio da radicamento dona solidità e concretezza.

Dei fiori di Bach per il primo chakra parlerò in maniera approfondita in un secondo momento perché richiedono una maggiore attenzione per essere scelti e una più profonda conoscenza.

Tutte le informazioni inerenti cristalli ed oli essenziali sono state recuperate dalla sottoscritta nel libro “Chakra” di Fabio Nocentini.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...