Esperienze con i chakra

Finalmente siamo giunti alla fine della nostra scalata verso la vetta dei chakras, è stato un cammino lungo e tortuoso, ma infine siamo arrivati vincitori alla vetta…pensavate che fosse finita vero? Mi dispiace deludervi, ma anche così il lavoro non si può mai dire finito, lavoro sui chakra, i miei e non solo da anni, circa dieci, ma ancora oggi, non posso dire di avere finito il mio viaggio perché la crescita di sé stessi e il proprio percorso non finiscono mai, certo oggi non ho i problemi che potevo avere quando ho iniziato, ma ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e oggi vi voglio parlare delle tecniche che potete utilizzare per riequilibrarli…quando ho iniziato questo percorso i miei chakra erano uno più scombinato di quell’altro e stando veramente, ma veramente male avrei fatto qualunque cosa per stare bene, ho provato di tutto dalle tecniche classiche alle più strampalate cercando la strada, la mia strada per la riuscita. All’inizio del mio cammino dei chakras avevo giusto sentito parlare, sapevo che erano una cosa legata alle tradizioni orientali e finita li…sapevo perfettamente di dover lavorare su determinate cose ma non sapevo neanche da che parte iniziare, un giorno gironzolando in libreria mi sono scontrata, letteralmente, con uno scaffale un libro mi è caduto in testa…sono una strega, sono quasi obbligata per contratto a credere nelle sincronicità, quindi senza neanche pensarci e grattandomi il bernoccolo, mi sono diretta alla cassa e mi sono portata a casa il tomo in questione, era un libro sui chakras, e mi sono messa a leggerlo immediatamente, non solo mi sono fatta un idea più chiara di cosa diavolo fossero questi cosi, ma anche dell’impatto che hanno sulla vita quotidiana, essendo responsabili di ben sette aspetti fondamentali della vita pratica ed emotiva, dal lavoro alla gestione delle relazioni, dalla comunicazione verbale alla gestione dei conflitti c’era veramente di tutto e di più! Per ogni vortice energetico erano descritte le caratteristiche psico emotive per cui il lavoro iniziale diventa un mero “ce l’ho,ce l’ho, manca” le tecniche proposte spaziavano dalla cristallo terapia, alla floriterapia, dai lavori pratici (come riordinare i cassetti) alla meditazione (che credevo di conoscere) rituali, proposte per l’altare, animali totemici, olii essenziali, esercizi di yoga, e altro ancora…conoscevo molto bene i fiori di Bach, in fondo io nella vita faccio la floriterapeuta per cui ci lavoravo già da anni, ed ero tutta contenta all’idea di poter usare una tecnica che conoscevo così bene…ma proseguendo la lettura il libro mi informava che tra tutte le tecniche a disposizione quelle più efficaci probabilmente non erano quelle in cima alla lista dei desideri, per cui di norma quella che meglio funziona sarà molto probabilmente quella che ci piace meno…della lista in questione quando sono arrivata allo yoga per poco mi sento male…io odio lo yoga! Ma a quanto pareva mi sarebbe servito!!!! Accidenti! Ho stilato il mio programma quotidiano di esercizi e ogni mattina mi mettevo di impegno per farli, una vera passeggiata, peccato che io lo detesti veramente per cui ogni mattina facessi delle scene che neanche i bambini dell’asilo, non mi volevo alzare neanche dal letto, mi inventavo malesseri inesistenti…di tutto e di più! Ma io sono quella che sono, sapevo abbastanza di psicologia da sapere che tutte quelle scene erano solo resistenze dettate dal mio inconscio per non farmi muovere dalla mia stanzetta di un metro per un metro, mentre io ero intenzionata ad avere una veranda, quindi ogni mattina mi guardavo allo specchio, fissavo il mio inconscio diritto negli occhi e gli dicevo “oggi giusto per renderti felice facciamo un quarto d’ora…in più rispetto al previsto!” ci ho messo mesi anche solo per avere un minimo risultato, mesi in cui mi sarei fatta sparare in un ginocchio piuttosto che fare quegli stupidi esercizi, ma non ho mollato, ho tenuto duro! Oggi? Adoro lo yoga e da 10 anni tutte le mattine faccio i miei esercizi, non potrei più farne a meno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...