I misteri del potere personale

La scorsa settimana ho parlato delle vie d’accesso al potere personale che ogni strega impara, o dovrebbe imparare, durante il suo addestramento; ma non sono le sole vie d’accesso o tecniche che abbiamo a nostra disposizione o che possiamo sfruttare; i misteri di cui parlo questa sera sono vie che iniziamo a percorrere quando abbiamo tracciato un cammino, e quando abbiamo fatto un pochino di pratica con l’energia.

Il primo mistero viene chiamato dell auto-individuazione consiste fondamentalmente nel sapere dove si è arrivati nel proprio percorso e sapere dove si vuole arrivare nel proprio viaggio di miglioramento spirituale e personale.

Il secondo mistero si basa sulla fiducia, sull’atto di fede che compiamo nel momento in cui decidiamo di scegliere di avere fiducia nell’abbondanza dell’universo, nel credere fermamente nel supporto incondizionato dei nostri genitori divini.

Il terzo mistero si basa unicamente sul potere del sangue che ci lega ai nostri antenati, a tutti i nostri antenati, dato che lo stesso sangue scorre nelle nostre vene noi possiamo imparare ad attingere alla loro forza, a richiedere la loro assistenza e la loro protezione nelle nostre vite.

Il quarto mistero è legato agli animali totemici, imparando dal loro esempio, apprendendo le loro qualità, fondendo le proprie energie con quelle dei nostri totem possiamo assorbire le qualità di cui abbiamo bisogno e che loro possiedono.

Il quinto mistero della Wicca si basa sulla credenza della reincarnazione, le streghe credono fermamente nella trasmigrazione delle anime e che ad ogni vita siamo chiamati ad imparare qualcosa o a mettere a frutto un nuovo talento.

Il sesto mistero riguarda la capacità di attirare e manifestare nella nostra vita quello che vogliamo, ma dato che attiriamo quello che ci corrisponde a livello energetico, se quello che manifestiamo non è di nostro gradimento diventa indispensabile imparare a riconoscere quello che ci attiriamo da soli.

Il settimo mistero che ci insegna a bandire tutto quello che non vogliamo nelle nostre vite; questo mistero più di altri va a braccetto con il precedente anche se ovviamente possono essere tutti collegati.

L’ottavo mistero riguarda la ruota della vita e il passaggio delle stagioni, che passano dalla stagione calda alla fredda infinite volte, ma visto che per noi quello che accade fuori si ripercuote dentro e viceversa, imparare a vivere la ruota significa leggere i momenti di introspezione e di esternazione come un espressione concreta del ciclo delle stagioni.

Il nono mistero è direttamente collegato al nostro atteggiamento nei confronti del prossimo, di quello che ci succede e del modo in cui affrontiamo le prove della vita, che sono inevitabili anche per le streghe; ma il modo in cui scegliamo di affrontarle dipende da quanta strada abbiamo già percorso, resta a noi il libero arbitrio di decidere se vogliamo imparare oppure no.

Infine il decimo mistero che riguarda una delle tecniche più famose delle streghe “l’arte della fascinazione” che altro non è che la tecnica di auto ipnosi che ci permette di allenare la nostra mente ad essere nostra alleata e non nostra nemica, mentre progrediamo sulla scala della nostra spiritualità.

Questi misteri riguardano le wiccane e vi ricordo che non tutte le streghe praticano i loro addestramenti, io li trovo utilissimi pur non essendo una wiccana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...