Rosso, colore del sangue e della forza

Il rosso come il nero viene considerato un colore assoluto ed ambivalente, perché se da una parte rappresenta il fuoco, il coraggio e la passione; dall’altra rappresenta il sangue, la violenza e la morte. Da sempre legato a Marte, dio della guerra, il rosso è il colore dei guerrieri in monte culture, dove simboleggia la forza, l’audacia, il desiderio di vittoria, l’arte della guerra intesa come tutti i mestieri delle armi, dalla loro forgiatura al loro utilizzo, per terminare con l’aura di erotismo e di sensualità che da sempre circonda gli eroi quali simbolo di vita e di potenza vitale; il rosso rappresenta la rubedo, la fase alchemica di trasformazione effettuata nell’ athanor proprio grazie al fuoco; mentre nel mondo celtico è il colore di Dagda, il padre degli dei, in altre popolazioni viene considerato il colore della vita, della salute e della forza fisica, è il colore ideale da usare quando siamo stanchi, debilitati da una malattia o anche semplicemente spossati dai troppi impegni, per la grande carica energetica che riesce a trasmettere.

Il rosso è da quando ho memoria il mio colore preferito, anche se negli ultimi anni il viola lo ha affiancato insieme al nero, è strettamente legato al primo chakra, quindi a tutto ciò che esso rappresenta, il legame di sangue con la famiglia e gli antenati, il legame con la terra e con le nostre radici, l’istinto di combattimento per la nostra sopravvivenza e quella dei nostri cari, il rosso è anche legato, nel mondo femminile, al sangue mestruale, simbolo di vita e di rinascita, tanto da essere utilizzato nei rituali di fertilità già dai tempi più antichi insieme a riti di passaggio e di iniziazione dove il sangue delle vittime e dei nemici era usato sugli iniziati ai misteri di Demetra.

Viene sconsigliato in camera da letto perché le sue forti vibrazioni disturbano il sonno, io ho avuto in camera dettagli rossi per metà della vita e ho sempre dormito come un sasso, credo che disturbi principalmente le persone che hanno già problemi a gestire la rabbia e la tensione perché le enfatizza, essendo il colore dell’erotismo e della vivacità sessuale non l’ho mai trovato fuori luogo in camera da letto, magari mescolato a qualche tono di rosa per portare un pizzico di romanticismo nella vita di coppia; mentre viene consigliato insieme a giallo ed arancione in cucina o negli ambienti dove si mangia perché stimola l’appetito e le funzioni metaboliche della digestione.

Come il nero è un colore dalla spiccata personalità, non fa distinzione di bionde, di castane o di brune, ma tende a prendere il sopravvento in chi cerca di mimetizzarsi, è il colore che più di tutti enfatizza le personalità volitive, mentre chi non ama essere notato tende ad evitarlo…è un colore che molti prendono in avversione, forse per la sua ambivalenza ed una sorta di ambiguità di fondo che non gli possiamo negare, l’ho già detto, diffido sempre di chi mi dice che odia il rosso…

Annunci

Un pensiero su “Rosso, colore del sangue e della forza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...