Gli incensi

Normalmente l’incenso su un altare a disposizione classica è posizionato in corrispondenza dell’est e rappresenta l’elemento dell’aria, quindi la cosa più comune è vedere un bastoncino di incenso in quella posizione, a me gli incensi piace prepararmeli da sola, così oltre a mettere a frutto le mie conoscenze vecchie e nuove sulle piante ho la possibilità di pasticciare in cucina, cosa che mi diverte sempre molto.

Ho iniziato a prepararli ormai da qualche anno e la trovo sempre un’attività creativa e stimolante. Spesso trovo che gli incensi venduti in commercio, specialmente se non di ottima qualità, abbiamo una profumazione eccessiva e affatto naturale, oltre a perdere le proprietà delle piante, delle resine e delle spezie utilizzate perché spesso di origine sintetica e non naturale. Preparare degli incensi in casa non è difficile a meno di non voler preparare quelli in bastoncino che richiedono molta pratica manuale e una serie di fissatori di profumazione come il Benzoino. Io mi limito a preparare quelli in polvere da bruciare su un carboncino; se volete provare vi serviranno un pestello o un piccolo frullatore elettrico, tipo quelli a doppia lama per il prezzemolo, delle resine di vostro gradimento come incenso, mirra, coppale, ambra o simili, e poi erbe e spezie tra quelle che preferite.

Non ho mai fatto molto caso alle dosi, quando deciso di preparare le mie misture mi metto comoda con tutte gli ingredienti davanti e inizio ad aggiungere gli ingredienti a quantità, non è proprio una tecnica scientifica ma i risultati non sono mai stati deludenti, aggiungo sempre del sale grosso alle mie preparazioni perché è un eccellente purificante e poi brucia molto bene; le mie miscele preferite sono quelle purificanti che utilizzo per la pulizia delle case, e non manco mai di mettere oltre al sale grosso all’incenso in grani: pepe nero, bacche di ginepro, chiodi di garofano e salvia, hanno tutti delle proprietà depuranti per cui è facile che usati in quantità elevata vi aiutino ad espellere le tossine del corpo, un anno ne ho fatto un vasetto per mia cugina la quale mi chiese cosa diamine ci avessi messo dentro perché aveva passato due giorni in bagno a fare ettolitri di urina…poco elegante ma efficace!

Per preparare gli incensi in casa vi servirà un libro con le proprietà delle erbe e delle spezie oltre che delle resine, per essere sicure di non inserire nelle vostre miscele piante con elevati gradi di tossicità, gli olii essenziali contenuti nelle resine e nelle piante bruciando vengono assimilate dal corpo come gli olii utilizzati in aromaterapia ed agiscono sul sistema nervoso simpatico entrando immediatamente in circolo. Oltre ad usare le solite avvertenze vi converrà fare una piccola lista di usi previsti, che siano dalla semplice preparazione dello spazio sacro alle misture per gli esabt o i sabbat, piuttosto che per rituali specifici dedicati ad amore, salute, denaro, protezione o purificazione; sono sempre un regalo gradito, non solo dalle streghe per cui per Yule o i compleanni ne preparo sempre una bella scorta da offrire in dono.

Annunci

2 pensieri su “Gli incensi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...