Le corti fatate

Come sta scritto sopra la porta dell’inferno fate attenzione o voi che entrate nei regni delle fate, perché li davvero rischiate di andare tra la perduta gente o in qualche città dolente! Gli esseri fatati sono fantastici, meravigliosi e decisamente pericolosi; non tutte le fate sono buone, dolci e ben disposte nei confronti degli esseri umani, alcune fanno davvero paura ed avere a che fare con loro non è proprio roba per deboli di cuore…dopo questa premessa, se ancora non vi si sono rizzati i capelli sulla testa direi che possiamo proseguire il nostro viaggio nei mondi fatati.

Se vi siete innamorati delle fate dei fiori di Cicely Mary Barker, o di Trilly leggendo Peter Pan magari potreste pensare che tutte le fate sono dolci e graziose ma la letteratura ambientata nel mondo delle fate è estremamente ampia e non sempre zuccherosa, Melissa Marr nella sua saga dedicata alle corti fatate ne fa un quadro decisamente più inquietante e complesso creando 4 corti differenti, quindi oltre alla corte Seelie ed Unseelie (protagoniste della saga di Laurell k. Hamilton)e che si potrebbero far corrispondere alla corte della luce e a quella delle tenebre, aggiunge la corte dell’estate e quella dell’inverno. Altra interessane trilogia legata al mondo delle fate è quella di Lesley Livingston, senza contare Cassandra Clare che ha messo la corte Seelie tra i protagonisti della sua saga dedicata ai cacciatori di demoni. Se vi intriga l’argomento in commercio si trovano bizzeffe di volumi legati alle fate, alla loro cucina (rigorosamente vegetariana, e io ancora non ho capito perché), alle loro abitudini, dove trovarle (nei boschetti, vicino ai fiumi e ai crocicchi), come contattarle, i rituali che potete fare con loro e via dicendo di libro in libro. Può sembrare incredibile ma se desiderate conoscere meglio il mondo delle fate e trovare il modo di entrarci in contatto la letteratura fantasy è una fonte inesauribile di informazioni sul carattere e la personalità delle fate.

Sono esseri immortali, come gli elfi ed i vampiri, con entrambi hanno punti in comune (tipo la mancanza di empatia e la tendenza ad ordire complotti e manipolazioni)…naturalmente stiamo parlando di figure leggendarie appartenenti ad altri piani di esistenza anche se sono numerosissime le testimonianze di persone che riferiscono di incontri con gli esseri fatati. Io personalmente non uso mescolare la loro energia nei miei rituali, sono tradizionalista e preferisco chiamare altro, ma se decidessi di farlo probabilmente sarei tentata dalla corte oscura perché mi ricorda tanto le divinità infere a cui sono legata…nel caso vi venisse in mente di fare una corsa nella notte di Halloween in compagnia della caccia selvaggia siete gentilmente pregati di invocare Herne il cacciatore, di mantenere i nervi saldi e di godervi la corsa…Ricordate! Se entrate nel mondo delle fate non toccate il loro cibo o non potrete più tornare a casa.

Annunci

Un pensiero su “Le corti fatate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...