Viaggi astrali e bilocazioni incontrollate

Ieri sera controllando il blog, ho visto nei termini di ricerca che qualcuno è finito su uno dei miei vecchi articoli (per la precisione “telepatia, bilocazione e compagnia bella”, del 20 aprile) con dei termini di ricerca molto precisi, ossia la bilocazione inconscia; se devo essere sincera sia la ricerca che l’argomento mi hanno frullato in testa per tutto il giorno, perché è molto specifica e tratta in ogni caso di un argomento interessante; in linea generale lo scopo di questa pagina non è quello di sostituirsi ai testi di magia o di metafisica (che sono generalmente dedicati agli addetti ai lavori) ma di raccontare a chi non conosce affatto l’argomento magico dal punto di vista di una praticante, ho comunque deciso di affrontare ugualmente il tema in questione.

Tanto i viaggi astrali quanto la bilocazione possono essere fenomeni naturali, in entrambi i casi significa che mentre il corpo fisico se ne sta comodo da qualche parte, il corpo astrale (o di luce), se ne va a zonzo per i fatti suoi; quando la pratica è preceduta da lavori poderosi di radicamento e di preparazione non comporta rischi di sorta per il soggetto, questione totalmente differente nel caso in cui i fenomeni avvengano al di là della volontà dell’individuo. Per chi, come me lavora con l’energia il fenomeno è considerato ed equiparato ad un disturbo patologico causato da una eccessiva apertura del settimo chakra, da una conseguente chiusura del primo (chakra) e da un blocco nella corrente discendete dell’energia, che impedisce all’anima di essere ancorata in maniera stabile al corpo eterico e fisico; a parte i bambini e i preadolescenti, che hanno picchi di energia incontrollata in modo naturale e possono manifestare diversi fenomeni paranormali, negli adulti il problema sussiste quando per una mancata incarnazione totale dell’anima ci si ritrovi a vivere la vita materiale sul pianeta come un problema ed un disturbo. Sono soggetti che possono tendere alla depressione endogena, che hanno difficoltà ad integrarsi nella società non capendone e condividendone i valori (o l’assenza dei medesimi, fate voi), con idee utopistiche di un domani migliore completamente privo di fondamenta, sono persone estremamente sensibili agli ambienti circostanti, sopportano malamente le esperienze sensoriali giudicate troppo invasive (rumori, odori, emozioni) se sottoposti a tensione vanno facilmente in crisi e in caso di malattia faticano a riprendersi non avendo tutto sommato grandi ragioni per vivere; possiedono un concetto molto romantico persino del suicidio, benché raramente arrivino realmente ad attentare alla propria stessa vita, aspettano quasi con trepidazione il momento in cui finalmente potranno abbandonare il corpo e il mondo fisico per essere o tornare ad essere, secondo le teorie, corpi di pura luce. Come floriterapeuta consiglio in questi casi l’assunzione dell’essenza Californiana “Saint John’s Wort”, che serve proprio per contrastare tutte le espansioni incontrollate di coscienza.

Queste caratteristiche rendono i soggetti più inclini ad evadere dal corpo fisico, il rischio che corrono, essendo poco ancorati e ancor più scarsamente inclini al ritorno, di girovagare senza meta senza pensare a come tornare a casa.

Molte delle mie allieve mi chiedono informazioni sulle pratiche astrali, non sono contraria di per se stessa alla pratica, ma conoscendone i rischi, insisto perché abbiano alle spalle una preparazione adeguata e in ogni caso eseguo sempre una valutazione del soggetto per essere certa che non presenti le caratteristiche enunciate sopra…detto questo chi non vorrebbe starsene comodo in spiaggia mentre il nostro doppio va a lavorare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...