Alpha, Beta e Theta

Ieri abbiamo dato una sbirciata alle corazze energetiche, oggi iniziamo a capire come liberarcene! Il sistema energetico umano è estremamente complesso, ma se partiamo dal presupposto che in fondo noi siamo quello che pensiamo e che l’energia segue il pensiero, facendo il ragionamento inverso, noi possiamo decidere cosa pensare. Non sto ovviamente parlando dei pensieri più o meno distratti e martellanti che fanno da sottofondo alle nostre giornate, ma a quelli profondi, talmente radicati in noi stessi da essere vissuti come comandamenti da seguire alla lettera, pena ritorsioni di ogni sorta da parte del nostro inconscio. Lo strumento più importante per una strega non è la bacchetta, l’athame o il pentacolo; è la strega stessa e nello specifico la sua mente. Avete mai provato ad ascoltare i vostri pensieri durante l’arco della giornata? Andate mai in confusione perché talvolta pensate tutto e il contrario di tutto? Se prendiamo spunto dalla psicologia vedica (quella legata ai chakra) ci rendiamo conto che dal punto di vista strettamente energetico l’essere umano “sarebbe” programmato per essere felice, stabile (fisicamente, emotivamente e spiritualmente), affettuoso, disponibile, aperto nei confronti degli altri, capace di esprimere se stesso e i propri talenti a beneficio di un’esistenza produttiva per gli altri e gratificante per se stesso. Poi intervengono le credenze personali, le regole della società in cui viviamo, i condizionamenti ricevuti con l’educazione o semplicemente l’abitudine; se siamo persone felici o infelici non dipende tanto dalla fortuna o dal destino, ma dalla nostra programmazione inconscia e quanto più questa è basata su credenze rigidamente inconfutabili quanto maggiori saranno le reazioni del nostro inconscio quando cercheremo di metterle in discussione.

Altra condizione fondamentale per il nostro benessere è la quantità di tensione accumulata da una mente che non si ferma mai. Le parole del titolo si riferiscono alle nostre onde cerebrali. Le onde Beta sono quelle della vita quotidiana nello stato di veglia e attività, le onde Alpha vengono sperimentate nei momenti di leggero rilassamento (mentre mangiamo, guardiamo la televisione, leggiamo un libro), le onde Theta si raggiungono nei momenti di distacco dalla realtà (tipo nel dormiveglia e poco prima di addormentarsi) infine le onde Delta sono quelle che caratterizzano le fasi del sonno profondo! Non dobbiamo pensare alle nostre onde cerebrali come qualcosa di rigidamente definito, è più come se fossero ognuna una scalinata con tanti gradini, come dire che chi normalmente vive in alti stati di onde Beta sarà estremamente teso con conseguenti difficoltà a rilasciare la tensione (questo porta ad una pessima qualità di riposo nel sonno, onde Delta). La notizia meravigliosa è che noi possiamo educare la nostra mente a rallentare le onde del nostro cervellino fino a scendere le nostre scalinate verso i gradini  Alpha o addirittura Theta nello stato di veglia…senza sembrare degli zombie o caracollare in giro in stato comatoso! Esattamente il contrario; è scientificamente provato che chi pratica forme di rilassamento mentale in maniera costante ha una migliore qualità di vita, sviluppa maggiore resistenza alle malattie, aumenta la capacità digestiva e impara a gestire le tensioni quotidiane con grande sicurezza e tranquillità, come dire: imparate a governare le vostra mente e lei vi porterà ai confini del mondo! Domani vedremo come!

Annunci

2 pensieri su “Alpha, Beta e Theta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...