Una vita da vegano !

Questione di lana caprina nella quale mi sono trovata coinvolta mio malgrado…no! non si parla di alimentazione umana, lungi da me permettermi di disquisire sulle scelte mangerecce di un qualunque essere umano che per scelta, ideologia, forma di amore o di necessità si trovi a decidere di cambiare la propria dieta!

No, no! qui la questione riguarda il micio di casa, non il mio che a parte i cornetti al vapore e i cannellini in insalata è un cacciatore provetto e me lo ha dimostrato in numerosi anni di “regali” pennuti (uccelletti di varie specie, cornacchie a gogò e persino una poiana) e squamati (carrettate di lucertole) depositati amorevolmente sui miei piedi scalzi al momento della colazione con un sorriso che gli faceva il giro del muso a 360° (il sottotitolo, chiarissimo,era “hai visto come sono bravo a prenderli da solo?” gioia sei un gatto…che vuoi che ti dica?”che io non mangio i topi?”) con una mano accarezzo la belva, mica gli posso far venire i complessi e poi me lo devo anche portare in terapia, con l’altra mano faccio fuggire il malcapitato regalo, sempre che sia in grado di farlo! altrimenti requiem per la povera bestiola!

Il problema mi è stato posto da una conoscente che ponendomi lo spinoso quesito “come convinco il mio gatto a non mangiare carne e a dare la caccia agli altri animali?” alla mia faccia perplessa ha esclamato “sei una strega, quindi capisci”…forse c’è un piccolo malinteso, i pagani sono generalmente persone estremamente tolleranti nei confronti di chiunque senza distinzioni di sesso, razza o abitudini alimentari ma il fatto che viviamo a stretto contatto con la natura in molte delle sue forme, non ci porta a domandare necessariamente al micio di casa di abbandonare la sua natura di cacciatore in nome della nostra fede…anche perché se il mio parlasse mi manderebbe a quel paese senza pensarci sopra due volte! E come dice qualcuno di molto saggio “se sei invitato ad un festival pagano, occupati del tuo cestino e non sindacare su quelli degli altri!” non vieni messo sulla griglia, tranquillo, abbiamo abbandonato i sacrifici umani da qualche tempo, ma sicuramente alla porta per avere mancato di rispetto alle scelte di un tuo fratello, sì!

Io non posso arrogarmi il diritto di dire a nessuno come alimentare il proprio animale domestico, anche perché se è vero che il cane gira meno per i fatti suoi ed è più facile da controllare se avete un felide fetente come il mio che si apre le porte da solo (si siede sulla maniglia e poi apre con la zampa…per la chiusura sto ancora aspettando di vedere come si organizza) io posso anche decidere di farlo mangiare in un certo modo, poi lui esce e va a farsi la spesa da solo; le intenzioni di moltissime persone sono davvero lodevoli e meritevoli di grande rispetto e riguardo ma prima di stilare il menù della settimana guardate chi sono i vostri commensali, non sprecate parole sagge per coloro che non sono in grado di capire, non vi arrabbiate con chi non capisce le vostre ragioni,  il vostro fegato ve ne sarà estremamente grato, il vostro gatto credo pure.

Annunci

Un pensiero su “Una vita da vegano !

  1. a me sembra assurda già la domanda in sè…. appunto perchè viviamo molto a contatto con la natura dovremmo comprenderla meglio e non cercare di stravolgere le sue leggi….
    Vero che il cane è piu’ gestibile ma, prova a dare ad Artu’ e Stella una ciotola di insalata e vedi se te la mangiano! ;-P

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...