Terra, aria, fuoco ed acqua

In diverse occasioni ho parlato degli elementi, Terra, Aria, Fuoco ed Acqua in merito alla creazione dello spazio sacro ma anche del cono di potere; sono energie che scorrono dentro ciascuno di noi e che possiamo imparare a conoscere e a gestire sapendo che ognuna di loro vive dentro di noi in proporzione variabile, imparare a mantenerle in equilibrio ci permette di sviluppare i nostri specifici talenti legati ad ogni singolo elemento e a vivere con maggiore armonia con noi stessi e con chi ci circonda, ma per poterlo fare abbiamo bisogno di iniziare a conoscerli meglio.

L’Est corrisponde all’elemento dell’Aria, all’alba, alla primavera, ai colori pallidi ed eterei, al bianco e al viola,  all’aquila, al falco e a tutti gli uccelli che volano alti nel cielo, alla mente e al potere della conoscenza, sia intesa come capacità mentale che intuitiva. I suoi strumenti sono la spada e l’athame, che possono essere utilizzati indifferentemente. L’Athame, tradizionalmente, è un coltello a doppia lama con l’impugnatura nera e si utilizza esclusivamente nei rituali.

Il Sud corrisponde all’elemento del Fuoco, all’energia del sole e dello spirito, al mezzogiorno, all’estate, ai colori fiammeggianti come il rosso e l’arancione, ma anche all’oro e al giallo brillante, al leone solare e alla volontà interiore. Il suo strumento è la bacchetta (vedere lista dei legni)che può essere un semplice ramoscello di nocciolo, un robusto bastone di quercia o uno stecco di liquirizia (non sto scherzando!) intagliato con una forma magica o inciso di rune (vedere lista dei significati runici).

L’Ovest corrisponde all’elemento dell’Acqua, alle emozioni, al crepuscolo, all’autunno, ai colori polverosi e patinati, ai blu, ai grigi, ai viola scuri ma anche agli azzurri e ai verdi acqua, ai serpenti marini, ai delfini, ai pesci e al potere di osare. Dall’Ovest arriva il coraggio necessario per affrontare se stessi e le nostre emozioni più profonde; è la direzione della morte e dell’altro regno. Il suo strumento è la coppa, o il calice, contenente l’acqua benedetta del rituale o le bevande della comunione.

Il Nord corrisponde all’elemento della Terra, al corpo fisico, alla mezzanotte, all’inverno, a colori quali il nero, il marrone nelle tonalità più scure e ai verdi dei boschi, ma anche al giallo del grano maturo. I il Nord è considerata la direzione del mistero e dell’invisibile, il potere che ci arriva da questa direzione è quello dell’ascolto, dell’introspezione e del silenzio, di imparare a sentire ciò che ci circonda e di sapere cosa dire nel momento più adatto, di imparare a mantenere i segreti e la pazienza di vedere crescere le cose.

Oggi abbiamo visto qualcuna delle caratteristiche principali dei quattro elementi di base (ne manca ancora uno, lo Spirito) la prossima volta qualche suggerimento per capire quanto sono in equilibrio i nostri elementi interiori e come possiamo lavorare con loro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...