Telepatia, bilocazione e compagnia bella

Spesso chi si avvicina al mondo dell’Arte magica per la prima volta si incuriosisce di quelli che possano essere i poteri magici di una strega, spesso mi chiedono “tu cosa sai fare?”…Di certo non trasformo le persone in rospi, anche perché se uno è rospo si vede bene lo stesso, non volo sulla scopa, non sollevo gli oggetti con la forza del pensiero…mai riuscito, le alternative sono due o il mio pensiero non è abbastanza forte o mi ostino a provare con oggetti troppo pesanti, tipo l’armadio in noce di mia nonna che peserà 200 kg! Non vedo il futuro, non sono capace di bloccare il tempo e grazie al cielo non vedo i fantasmi anche perché sono una vera fifona!

In compenso sono un ottima canalizzatrice, oggi si chiama channelling, una volta la capacità di canalizzare l’energia delle altre persone, vive o trapassate era conosciuta come pratica Medianica. Mi è utile in molte occasioni, quando leggo le carte, perché riesco a percepire a livello fisico da quale livello (fisico, emotivo o mentale) della persona che leggo arrivi la lettura; quando testo i fiori di Bach, perché in questo modo taglio completamente fuori l’inconscio dell’altro, che spesso porta fuori strada nelle valutazioni perché abitudinario. Mi serve nel mio lavoro perché riesco a percepire le sensazioni e i bisogni delle persone con cui parlo (si chiama empatia). Alla fine si potrebbe tranquillamente dire che sono semplicemente un pochino più sensibile di altri ad avvertire i cambiamenti energetici delle persone con cui entro in relazione, quello che ho imparato però è che le nostre antenne si affinano maggiormente più noi siamo disposti a radicare noi stessi in profondità, molti invece pensano che sia necessario diventare un alienato o una madama in catalessi cronica, niente di più sbagliato.

Chi da anni pratica forme di meditazione è abituato ad avere le onde cerebrali più vicine allo stato alfa piuttosto che beta (i livelli sono beta, attività quotidiane; alfa, leggero rilassamento mentale; teta, rilassamento mentale molto profondo; delta; sonno), sono livelli che appartengono ad ogni essere umano, ma chi pratica forme di rilassamento mentale riesce a sperimentare questi stati anche in condizioni di vaglia aumentando in questo modo la capacità di sintonizzarsi sulle onde che provengono dagli altri.

Questa capacità di orientare l’energia può essere rivolta all’esterno sviluppando capacità come la telepatia (la capacità di leggere il pensiero) la psicometria (che rende possibile percepire l’energia contenuta negli oggetti) la telecinesi (spostare gli oggetti). Oggetti non ne ho mai spostati se non con le mani, ma riuscire a sentirne l’energia diventa utile quando mi chiedono di pulire energeticamente le case. Non è fantascienza, ogni cosa che possediamo assorbe la nostra energia per la semplice ragione che essendo umani, proviamo delle emozioni più o meno intense e le emozioni sono energia in movimento, se proviamo più spesso emozioni positive o negative questo inciderà sulla qualità energetica delle nostre case (che sono come delle spugne)…chiunque è in grado di percepire l’energia, spesso si avverte come una sensazione di benessere o di disagio, succede con i luoghi, succede con le persone, se imparate a fermare un momento il continuo chiacchiericcio della mente e sintonizzate l’ascolto sulle vostre sensazioni di pelle la sentirete molto chiaramente, è quella sensazione che vi fa sentire a casa o vi fa venire voglia di scappare a gambe levate…

Annunci

2 pensieri su “Telepatia, bilocazione e compagnia bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...