Legni per bacchette

La bacchetta magica è sicuramente, tra gli strumenti della strega, quello che affascina di più…ma a che cosa serve una bacchetta magica? La bacchetta si usa per tracciare il cerchio magico, per far scendere la luna o il sole, per dirigere l’energia ma anche per lanciare incantesimi o per mescolare le pozioni…io ne ho due e non le uso mai!

Per tracciare il cerchio uso la mano o lo traccio mentalmente, per far scendere la luna e il sole uso uno specchio e non facendo incantesimi o pozioni da secoli non mi serve praticamente a niente; ma ci sono ugualmente affezionata, la prima (in legno di nocciolo) l’ho trovata insieme ad un volume che parlava appunto delle bacchette magiche e di tutti i suoi usi, la seconda (in legno di agrifoglio) arriva da una spedizione in un bosco.

Quella di agrifoglio è comunque la MIA bacchetta, nel senso che in ogni caso è carica della mia energia; l’ha trovata per me un amica un giorno che eravamo in spedizione a caccia di bacchette, io ne volevo assolutamente una di agrifoglio perché è la mia pianta; capire a quale legno siamo legati può essere un processo lungo e tortuoso; nel mio caso era quasi scontato: sono nata il giorno del capodanno scandinavo (15 ottobre) , la mia guida del piccolo popolo è sempre stato un elfo, la pianta sacra degli elfi è l’agrifoglio, eccoci arrivati al perché di questa scelta; posso anche continuare perché il mio nome magico è quello latino della pianta (Ilex) e via di questo passo di connessione in connessione. Per tornare alla nostra spedizione era Mabon (l’equinozio di autunno), il giorno prima c’era stato un temporale di quelli fenomenali e quindi era il momento ideale; eravamo in giro già da un po’ quando lei trova questo ramo perfetto, dritto come un fuso e senza una virgola fuori posto, dopo tre passi io mi ritrovo con una specie di bastone con impugnatura tra le mani…peccato che a ciascuna di noi piacesse quella che aveva trovato l’altra! Non è stato difficile far cambio e sono sempre stata felice della mia scelta.

Ci cono molti legni che possono essere utilizzati per le bacchette, spesso vengono scelti in base alle loro caratteristiche: il melo e il ciliegio per l’amore; il tasso, il salice la quercia per i praticanti della magia druidica; la betulla e il biancospino per i rituali di guarigione; il pioppo per la ricchezza, l’olmo per la protezione; il cedro e il mogano per i cambiamenti. Se però siete alla ricerca del vostro legno partite da voi e non dai suggerimenti di qualche testo, curiosate nei miti, partite dalla vostra data di nascita (è legata a qualche festività in particolare?), prendete spunto dal vostro segno zodiacale (ci sono molti oroscopi a cui fare riferimento, quello cinese, quello druidico, quello maya), trovate le vostre connessioni personali con le piante e quando troverete quella giusta prendetene un ramo cercando tra quelli caduti (evitate di tagliare se vi è possibile)  senza dimenticarvi di ringraziare. Buona ricerca!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...